Sport

Trapani Carpi 0 - 0 | Biancorossi sottotono portano a casa un punto prezioso

Non è il solito Carpi, ma i biancorossi sorridono lo stesso, ecco i cinquanta punti! Pari a reti bianche a Trapani, la capolista rischia e non punge ed alla fine intasca un punto prezioso

"Tocchiamo quota 50 e poi penseremo ad altre cose". Più o meno al Carpi hanno detto sempre così, dall’inizio dell’anno. Ma di sicuro non avevano previsto che la quota salvezza sarebbe stata centrata così presto. E’ arrivata di venerdì, a mille km da casa, sul campo del Trapani, dopo uno 0-0 che non ha esaltato di sicuro gli “esteti” del pallone. Ma è stato un punto decisamente importante, un altro mattoncino verso il sogno serie A, colto tra l’altro su un campo difficile e contro un’avversaria ferita dalle sconfitte a ripetizione, ma vogliosa di riscatto e ridisegnata dal bravo Boscaglia. Non è arrivato il gol, non è arrivata la “solita” vittoria in Sicilia (dopo quelle passate a Trapani, Palermo e Catania), non è arrivato il cinquantesimo gol subìto dai granata (peggiore difesa del torneo) ma intanto il Carpi irrobustisce il suo primo posto alla vigilia di un doppio turno casalingo (Entella e Spezia). E domani si mette in poltrona a vedere cosa faranno le altre.  

GLI SCHIERAMENTI - Squalifiche (ben quattro, Nadarevic, Falco, Pagliarulo e Scozzarella) e assenze di vario genere obbligano Boscaglia a presentare un Trapani con diverse novità. Rientra in porta Lys Gomis, reduce dalla Coppa d’Africa col Senegal. Coppia centrale inedita, col reintegrato Terlizzi e il neo arrivato Perticone. In avanti il capitano Abate fa coppia con l’ex Frosinone Curiale. Catena di sinistra formata da Caldara ed Aramu.  Castori schiera Molina e Di Gaudio in avanti ad affiancare “a latere”Mbakogu, torna Lollo in mezzo con capitan Porcari e Bianco, esterni bassi Struna e Letizia, con Poli e Gagliolo centrali. Poi, che sia 4-3-3 o 4-5-1, o – per gli amanti dei numeretti – 4-1-4-1, poco importa. 

LE AZIONI – Si parte piano, la prima conclusione del match è di Lo Bue (6’), Gabriel non ha nessuna difficoltà.  Al quarto d’ora Mbakogu accelera e scarica per l’accorrente Bianco, sul quale chiude bene la difesa di casa.  Poco dopo (17’) ci prova Di Gaudio che arma il sinistro, Gomis si tuffa – a beneficio dei fotografi, si diceva una volta – deviando in angolo.  Il match è equilibrato, ma tutt’altro che emozionante. Si arriva al 35’, quando un destro di Ciaramitaro viene deviato da Letizia, per assistere ad un’altra “azione gol”. Al 42’ buona azione di Mbakogu che vede e serve l'accorrente Porcari, ma il destro è fuori bersaglio. Nel finale, però, il match ha un paio di sussulti, uno per parte. Al 44’ brivido freddo per il Carpi. Abate si divora incredibilmente il vantaggio tutto solo davanti a Gabriel, destro fuori misura. Al 2’ di recupero, protagonista Di Gaudio, che rientra sul destro e tira, ma  si vede respingere da Gomis una conclusione molto pericolosa.
Le condizioni meteo sono pessime. Nell’intervallo si scatena un autentico nubifragio, il terreno si appesantisce ulteriormente. 
Ripresa: al 2’ Gabriel anticipa in uscita Ciaramitaro, pronto al tocco decisivo. Il portiere brasiliano del Carpi, al 5’, blocca a terra in tuffo un diagonale di Basso.  Si salva ancora il  Carpi al 9’, con Poli che per anticipare Curiale indirizza verso la propria porta, Gabriel è attento e non si fa sorprendere. Al 12’ un colpo di testa dell’ex canarino Ciaramitaro va alto sulla traversa. Il primo tiro biancorosso verso la porta siciliana arriva al 21’.  E’ Porcari a scaldare le mani a Gomis, il portiere di casa respinge, ribattuta di Mbakogu, salva Terlizzi. Castori inserisce Pasciuti al posto di Molina.  Non succede più nulla nell’ultima parte. La volontà del Trapani di sfondare e la compattezza del Carpi si annullano e partoriscono uno 0-0 che fa un po’ arrabbiare il pubblico di casa, cui non basta aver stoppato la capolista. Porcari e compagni, invece, belli quasi sempre e nell’occasione tosti e pragmatici, sono ben consapevoli dell’importanza di un siffatto “pareggiaccio”. 

TRAPANI (4-4-2): Gomis L.; Lo Bue, Perticone (25’ st Daì), Terlizzi, Caldara; Basso, Feola (20’ st Barillà), Ciaramitaro, Aramu (39’ st Zampa); Abate, Curiale. All.: Boscaglia. 
A disp.: Ferrara, Marcone, Citro, Lombardi, Rizzato, Malele.
CARPI (4-3-3): Gabriel; Struna, Poli, Gagliolo, Letizia; Lollo, Porcari, Bianco (37’ st Sabbione); Molina (24’ st Pasciuti) Mbakogu, Di Gaudio (42’ st Inglese). All.: Castori.
A disp.: Brunelli, Gatto, Lasagna, Pugliese, Romagnoli, Pasini.
ARBITRO: Mariani di Aprilia (Raparelli/Bellutti, IV° uff. Martinelli).
NOTE: ammoniti nel pt al 5’Poli (gioco falloso),  nel st al 6’ Caldara, 12’ Terlizzi. Campo allentato e scivoloso per via della pioggia. Spettatori 3500 circa (50 ospiti). Recupero 2’ pt, 3’ st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapani Carpi 0 - 0 | Biancorossi sottotono portano a casa un punto prezioso

ModenaToday è in caricamento