rotate-mobile
Sport

Unimore protagonista nella prima edizione dei Mondiali Universitari di Nuoto pinnato

La squadra di atleti e atlete del Cus More ha conquistato un oro, due argenti e un bronzo

Unimore ha partecipato, con gli studenti/atleti e le studentesse/atlete del CUS More, alla prima edizione dei Mondiali Universitari di Nuoto pinnato, che si sono tenuti a Lignano Sabbiadoro, dove hanno gareggiato i più forti interpreti internazionali universitari di questa disciplina.

Gli atleti/e intervenuti/e nella città friulana per questa attesissima competizione sono 91, di cui 48 uomini e 43 donne, in rappresentanza di 55 Università e 15 Nazioni: Belgio, Colombia, Croazia, Egitto, Estonia, Francia, Germania, Italia, Malesia, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Taiwan, Ucraina e Ungheria.

La squadra di Unimore ha ottenuto eccellenti risultati, con Carolina Trocca (iscritta al Corso di Laurea in Scienze Biologiche), che ha conquistato la medaglia d'oro nei 200 pinne e argento nei 100 pinne; Gaia Savioli (iscritta al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche), che ha ottenuto la medaglia d'argento negli 800 monopinna e il bronzo nei 400 mono; Nicol Sabatini (iscritta al Corso in Economia e marketing internazionale), che si è classificata 6° nei 100 monopinna; Sara Tonelli (iscritta al Corso di Laurea in Infermieristica-Mo), che ha chiuso la prova dei 50 apnea al 9° posto e Marcello Santini ( iscritto al Corso di Laurea in Tecnica della riabilitazione psichiatrica), che si è classificato 4° negli 800 monopinna. Simone Iotti (iscritto al Corso di Laurea in Scienze Biologiche) componente delle staffette 4x50 pinne e 4x100 pinne, non ha gareggiato perché le staffette non si sono svolte per decisione della Federazione internazionale sport universitari - FISU.

A guidare la squadra del CUS More è stato il tecnico Luca Tonelli

"Mi congratulo e mi complimento con le nostre studentesse e i nostri studenti per il loro straordinario percorso sportivo, che fa onore alla nostra Università e le trasmette un’eccezionale visibilità a livello internazionale. Per la prima volta la bandiera Unimore è stata sventolata in un appuntamento sportivo iridato e in una gara siamo stati addirittura “sul tetto del mondo universitario”. Questo è motivo di grande orgoglio per noi. Ringrazio gli atleti per le gioie sportive che hanno regalato al nostro ateneo. Ricordo che il percorso sportivo di studenti universitari è fatto non solo di capacità tecnica e forza d’animo, ma anche di grande impegno, sacrificio e passione per poter conciliare allenamenti e studio. Ringrazio il Cus More, che si è occupato della trasferta degli atleti e della fattibilità della loro partecipazione al campionato mondiale" – ha commentato la Delegata per lo Sport, Prof.ssa Isabella Morlini.

Tra le 15 università italiane partecipanti a questa prima edizione dei Mondiali di Nuoto pinnato erano presenti: la Luiss di Roma, il Politecnico di Milano, l’Università di Bologna, Università di Ferrara, Università di Parma, la Statale di Milano, la Milano Bicocca, l’Università Federico II di Napoli, l’Università di Padova, La Sapienza di Roma, Università di Salerno e Politecnico di Torino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unimore protagonista nella prima edizione dei Mondiali Universitari di Nuoto pinnato

ModenaToday è in caricamento