Sport

Modena, Moretti: "Questo campionato è diverso dagli altri"

Premesso che le prime tre (Sassuolo, Livorno e Verona) devono rallentare, secondo Federico Moretti in questo campionato ci sono tante squadre a lottare per i play off, molte di più rispetto agli scorsi anni; ecco come pensa di poterli agguantare

Manca poco al match dei canarini a Varese, dove Federico Moretti troverà qualcuno che conosce molto bene: "Sarà una gara difficile perché il Varese, dal punto di vista fisico, ha sempre impegnato tutte le squadre - ha detto il centrocampista del Modena -. Io conosco mister Castori perché mi ha allenato ad Ascoli e so come prepara e organizza le partite. Dovremo tirare fuori tanta cattiveria agonistica e una volta trovata quella il resto viene da sé perché il gioco l'abbiamo sempre trovato. Dobbiamo stare molto concentrati, la voglia di fare i tre punti c'è sempre".

Fuori casa, è un dato di fatto, i canarini subiscono tanti gol, in modo sproporzionato a quanti non ne subiscano in casa: "Non prepariamo la fase difensiva a seconda che si giochi in casa o fuori: viene tutto automatico perché noi lavoriamo sempre bene anche dal punto di vista della difesa. Contro la Ternana ho potuto vedere tante cose dall'alto (Moretti era in tribuna perché squalificato ndr.) ed è stata una partita sfortunata che può ricordare quella contro il Varese all'andata. Loro sono arrivati per giocare in 10 sotto la linea della palla e non era facile, poi abbiamo preso quel gol al 94': è stata una partita un po' particolare".

Ora comincia la parte calda del campionato e nessuno sembra mollare, anzi, chi era dato per spacciato, è tornato a farsi vedere in zona play off: "Io lo dico dall'inizio dell'anno: questo è un campionato diverso dagli altri perché tante squadre possono ambire ai play off. C'è il gruppo delle prime tre che speriamo non ripetano quanto fatto da Genoa, Juve e Napoli (quell'anno non si disputarono i paly off per differenza punti tra terza e quarta ndr.), ma ci sono tante squadre che possono lottare per i play off e secondo me l'avrà vinta chi sbaglia meno. Il girone di ritorno è un altro campionato anche vista la lunga pausa quindi avrà le soddisfazioni chi sbaglierà meno. Io vorrei mantenere ciò che ho fatto nel girone di andata che è stato buono, magari migliorarlo sotto il profilo realizzativo, ma non ci penso tanto; penso di più al collettivo, perché dobbiamo continuare a fare il nostro gioco e sono sicuro che ci toglieremo delle soddisfazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena, Moretti: "Questo campionato è diverso dagli altri"

ModenaToday è in caricamento