Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO | La Befana Comunista ha portato il carbone a Villa Margherita

 

Quest’anno la Befana comunista di Rifondazione porterà un bel sacco di carbone alla Direzione di Villa Margherita, residenza per anziani, che, dopo ben 9 anni di mancato rinnovo del contratto, pretende di applicare un contratto peggiorativo, che crea disparità di trattamento con analoghi contratti del comparto socio-sanitario, e che di fatto metterà a rischio la salute di chi lavora con conseguenze anche sulla qualità dell’assistenza rivolta a persone vulnerabili e fragili. 

Sono tanti i temi che avrebbero meritato il riconoscimento in negativo del sacco di carbone. Troppe vertenze aperte nel territorio modenese, con lavoratrici e lavoratori che si vedono costretti a lottare con tutte le loro forze o contro la perdita del posto di lavoro o contro contratti ingiusti, per non parlare del fenomeno in crescita delle cooperative spurie che basano la propria stessa esistenza sullo sfruttamento della classe lavoratrice, spesso a prevalenza femminile o migrante.

Non dimentichiamo anche la sfacciata noncuranza con cui istituzioni che si proclamano a parole preoccupate dall’emergenza climatica, tanto da dichiararsi a sostegno del movimento dei Fridays for future, scelgono poi di sostenere e confermare la realizzazione di grandi opere inutili e dannose come la bretella Campogalliano-Sassuolo o l’autostrada Cispadana.

L’Altra Emilia-Romagna, lista che sostiene Stefano Lugli Presidente della regione, aderisce e sostiene l’abituale ironica iniziativa della Federazione provinciale di Modena del Partito della Rifondazione Comunista, consegnando il simbolico sacco di carbone alla direzione della residenza. Alle lavoratrici e ai lavoratori impegnati nella lotta per il riconoscimento dei propri diritti e ai sindacati impegnati nella loro difesa va invece tutta la nostra solidarietà.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento