Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Borghi Modenesi | Viaggio tra storia e curiosità di Nonantola

 

Nonantola è uno dei più antichi borghi modenesi che si è conservato nel tempo, anche grazie alla sua nota Abbazia. In questa cittadina sono avvenuti importantissimi eventi storici. Basti pensare che da questa abbazia passarono papi, re ed imperatori, sia vivi che morti. Il primo fu il re dei  Longobardi Astolfo che nel 752 fondò l'abbazia affidando il compito all'abate Anselmo. Qui venne  poi traslato il corpo di San Silvestro da Roma, e vide la sepultura di papa Adriano III, nonché fu  luogo di incontro tra papa Marino e Carlo il Grosso. Il centror è quindi la chiesa di San Silvetro,  il simbolo di Nonantola. Nonché il Museo Benedettino di Arte Sacra, che tra le varie reliquie conserva anche quelle della Santa Croce, ovvero uno dei più grandi frammenti del legno della croce di Cristo. E come ogni città medievali è composta, Nonantola presenta due torri una detta dei  Bolognesi e una detta dei Modenesi, in quanto questa cittadina fu da sempre luogo di competizione tra le due città emiliane. Infine, vi invitiamo a vedere la Chiesa di Santa Maria fuori le mura,  risalente al 1325, l’edificio fondato dalla Compagnia dei Battuti o dei Flagellanti, che rappresenta  uno dei luoghi di culto tra i più importanti nella Nonantola medievale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento