Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piazza Grande, apre lo store dell'Acetaia Giuseppe Giusti

 

Acetaia Giusti, la più antica acetaia al mondo fondata a Modena nel 1605, inaugura il primo punto vendita diretto nel centro storico della città. Nasce così la “Bottega di Piazza Grande”, affacciata sulla piazza patrimonio Unesco diventata simbolo dell’artigianalità modenese, così come il palazzo firmato dall’architetto Gio Ponti che la ospita.

La “Bottega di Piazza Grande”, un voluto rimando alla tradizione nel nome, è uno spazio raffinato e suggestivo: una piccola boutique dell’aceto balsamico in cui trovare in degustazione gli aceti balsamici Giusti, circondati da botti secolari e antichi oggetti dell’arte acetiera.

A fine del 2019 si conclude un biennio di grandi soddisfazioni per l’azienda. Il 2018 si è chiuso con un fatturato di € 8,5 milioni (di cui il 60% realizzato in 60 paesi fuori dall’Italia) confermando il trend di crescita a due cifre degli ultimi anni. A ottobre 2018 è stato inaugurato il Museo Giusti all’interno di un borgo agricolo restaurato con un investimento di 2 mln di euro, che ogni anno accoglie più di 25mila visitatori da tutto il mondo.

Con l’apertura delle prime due filiali commerciali estere in Corea e Stati Uniti, sono stati aumentati in maniera massiccia gli investimenti per sviluppare una rete commerciale sempre più strutturata, in grado di sostenere la crescente domanda di aceto balsamico di qualità nel mondo. Un segnale forte che testimonia la forza del brand e l’attenzione sempre maggiore dei consumatori verso un prodotto di qualità che racconta un territorio ed è uno straordinario ambassador della cultura enogastronomica italiana nel mondo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento