rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024

VIDEO | Ritiro sociale negli adolescenti. Corvese: "Un fenomeno in aumento con la pandemia"

Un percorso formativo che rappresenta una risposta concreta a un fenomeno di disagio, amplificato dalla lunga fase pandemica. Si è conclusa la prima parte del progetto ‘Ri-So’, dedicato ai cosiddetti ‘eremiti sociali’, giovani che gradualmente escono da ogni dinamica sociale e relazionale, compresa la scuola, e decidono di rinchiudersi tra le mura domestiche, limitando i pochi contatti umani alle interazioni online. Nel 2021 l’Azienda USL di Modena, in accordo con l’Ufficio Scolastico provinciale, ha deciso di sensibilizzare sul tema avviando una formazione che ha coinvolto diversi istituti scolastici della provincia, le famiglie e vari servizi territoriali. Il progetto nasce con l’obiettivo di migliorare la conoscenza del fenomeno e creare una rete capace di attivare una presa in carico precoce dei ragazzi a rischio, intercettando questa tendenza all’isolamento prima che diventi cronica. La formazione è stata strutturata in una serie di webinar rivolti, in particolare, a operatori educativi, sociali e sanitari; psicologi; medici di medicina generale; pediatri di libera scelta; docenti e genitori delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Modena.

Ragazzi ‘eremiti’: nasce il progetto Ri-So sul Ritiro Sociale dei giovani. Già coinvolte oltre 80 scuole

Video popolari

VIDEO | Ritiro sociale negli adolescenti. Corvese: "Un fenomeno in aumento con la pandemia"

ModenaToday è in caricamento