VIDEO | Settimana dell'Alzheimer. Fabbo: "Tanti i fattori di rischio dall'alimentazione all'inquinamento"

Dopo lo stop nel 2020 per l‘emergenza Coronavirus, torna quest‘anno la ‘Settimana dell‘Alzheimer’ organizzata dall‘Azienda USL di Modena, giunta alla sua sesta edizione. Dal 17 al 24 settembre è in programma un ricco calendario di appuntamenti per ricordare che ogni giorno è dedicato alla cura e all’assistenza delle persone con malattia di Alzheimer e altre forme di demenza, alle loro famiglie e agli operatori dei servizi che se ne occupano. In particolare, il 21 settembre si celebrerà la Giornata Mondiale dedicata a questa malattia, simbolo della crescita di un movimento internazionale che vuole creare una coscienza pubblica sugli enormi problemi provocati dall‘Alzheimer, che è la forma più comune di demenza, caratterizzata da un progressivo declino della memoria e di altre funzioni cognitive. Durante tutta la settimana sono in programma diverse iniziative in collaborazione con i Comuni, le Unioni dei Comuni e con le tante associazioni attive sul nostro territorio.

Il calendario

Venerdì 17 settembre a Formigine (ore 20, in piazza Calcagnini) sarà presentato un cortometraggio sul tema realizzato da Dementia Friendly Community a cura dell‘Unione dei Comuni del Distretto Ceramico, Ausl e Associazione ‘ASSsDe‘ (Associazione Sostegno Demenze) di Sassuolo. Sempre a Formigine, dal 21 al 24 settembre, il Castello sarà illuminato di viola, il colore che richiama l’attenzione sulle demenze in tutto il mondo.

Domenica 19 settembre a Carpi è in programma la 15esima pedalata contro l‘Alzheimer. Si tratta di una corsa ciclo-amatoriale di circa 15 chilometri aperta a tutti i cittadini e che si svolgerà nei dintorni della città. L‘iniziativa è organizzata da Gafa (Gruppo Assistenza Familiari Alzheimer) con il patrocinio di Ausl di Modena, Unione Terre d‘ Argine e Casa del Volontariato. Il ritrovo è previsto alle ore 10 presso il Sagrato del Duomo in piazza Martiri.

A Vignola, alle ore 20.30, andrà in scena al Teatro Fabbri lo spettacolo ‘Perdere’, mix di poesia e musica, a cura Alicia Galli e Beatrice Zerbini, organizzato da Associazione ‘Per non Sentirsi Soli’ di Vignola con il patrocinio di Ausl di Modena e Unione Terre di Castelli. Durante la serata verrà presentata anche la guida ai servizi dedicati alle demenze del Distretto di Vignola.

Giovedi 23 settembre a Mirandola (ore 18.15) si svolgerà la ‘Camminata pro-memoria per la città di Mirandola’ in collaborazione con l'associazione Nordic Walking Live, Asdam (Associazione Sostegno Demenze e Alzheimer Mirandola) per ‚Ricordare chi si dimentica‘. Ritrovo previsto presso la sede Asdam-Borgo Tondo in piazzale Ospedale di Mirandola.

Inoltre, sempre a Mirandola, si terrà un approfondimento dedicato alle demenze, a cura di Ausl, Comune e Asdam, nei 3 giorni del Festival della Memoria previsto dall’ 1 al 3 ottobre 2021.

Venerdì 24 settembre è in programma un webinar (dalle ore 14 alle 18) dal titolo ‘La gestione della demenza a domicilio’. L’appuntamento è rivolto ai professionisti che operano all’interno della rete socio-sanitaria a supporto delle persone con demenza e delle loro famiglie ma anche a tutti quanti sono interessati al tema

I dati in provincia di Modena

“Sono oltre 10mila le persone affette da demenza in provincia di Modena, il 60% con la forma più nota e grave, cioè l’Alzheimer – dichiara Andrea Fabbo, direttore dell’Unità operativa complessa Disturbi cognitivi e Demenze dell’Ausl di Modena -. Lo scorso anno, nonostante il periodo di chiusura di parte delle attività causa emergenza Covid, sono state valutate dal sistema sanitario provinciale dedicato alla demenza 5.697 persone come prima visita e 10.411 controlli con 3.765 nuove diagnosi di demenza. E’ stato avviato anche un percorso specifico per la cura delle demenze giovanili in collaborazione con la rete neurologica interaziendale (sono 237 in provincia di Modena a fine 2020), che grazie al miglioramento della capacità diagnostica e tecnologica del sistema sanitario emergono sempre più tempestivamente”.

In tutta la provincia si conferma una rete territoriale e ospedaliera (coordinata dalla struttura complessa Disturbi Cognitivi e Demenze della Azienda USL di Modena)  capace di fornire un’assistenza qualificata: sono 10 i Centri per i disturbi cognitivi e le demenze ( 3 ospedalieri e 7 territoriali); 5  i Nuclei residenziali nelle Cra per l’assistenza temporanea (Modena, Carpi, Mirandola, Pavullo e Formigine); 2 i Centri diurni specialistici ( Modena e Carpi) a cui si aggiunge un nucleo ospedaliero dedicato alla gestione dei gravi disturbi comportamentali situato presso la Casa di cura accreditata Villa Igea di Modena.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Settimana dell'Alzheimer. Fabbo: "Tanti i fattori di rischio dall'alimentazione all'inquinamento"

ModenaToday è in caricamento