Giovedì, 5 Agosto 2021

Storie dell'Inquisizione a Modena. Luoghi e curiosità tra magia e persecuzioni

Il territorio modenese e bolognese è ricco di storie legate all'Inquisizione del Seicento, quando i domenicani guidavano in Italia questo persecuzione, che vedeva a Modena la sede del tribunale presso la chiesa di San Domenico in Piazza Roma. Qui venivano interrogati, processati e molto spesso condannati gli eretici. In realtà l'attuale chiesa non è quella dell'epoca, infatti essendo troppo vicina al Palazzo Ducale venne rasa al suolo e ricostruita nel 1707 su un progetto di Giuseppe Antonio Torri. Infatti, la pianta della chiesa si situava tra l'attuale parrocchia di San Domenico e l'Accademia Venturi, con l'abside orientato verso il Castello.

Il primo obiettivo dell'Inquisizione era quello di impressionare gli abitanti ed impedire che agissero contro la Chiesa. Era una forma di indottrinamento feroce che portava i cittadini in Piazza Roma a vedere, come fosse uno spettacolo, le esecuzioni capitali. Le esecuzioni potevano avvenire per impiccagione, sul rogo, con il taglio della testa o attraverso una lunga e angosciosa tortura. Tutt'oggi l'Archivio di Modena conserva alcuni di questi oggetti, tra cui un coltello a serramanico e i chiodi, entrambi utilizzati per ferire e strappare parti del corpo, molto spesso le unghie o le dita. L'ultima esecuzione fu un'impiccagione a metà del 1700, infatti il 6 Settembre 1785 il duca Ercole III soppresse il Sant'Uffizio modenese.

Nel 1500 con la crescente influenza dell'Inquisizione, il concetto di giustizia diventò soggettivo. Ne è un esempio l'inquietante carcerazione di Messer Filippo chiamato il Diavolino, che venne rinchiuso nella prigione del Castello di Spilamberto. Un ambiente di 150 metri quadri dove il prigioniero soffriva freddo, reclusione e fame. Quei tre mesi di reclusione bastarono al condannato per impazzire e sfogarsi in scritte sui muri, nelle quali il povero Filippo rivelò di essere stato ingannato da una donna, la quale per il rango a cui apparteneva, lo portò alla condanna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Storie dell'Inquisizione a Modena. Luoghi e curiosità tra magia e persecuzioni

ModenaToday è in caricamento