Prosciugato per i lavori il torrente Fossa , "A rischio anche l'oasi del Colombarone”

L'intervento in corso a Magreta ha causato una moria di pesci e minaccia l'ecosistema a valle. La denuncia di Sinistra Civica Formigine

In questi giorni sono in corso i lavori di pulizia e risistemazione dell'alveo del torrente Fossa, lungo via Marzaglia, alle porte dell'abitato di Magreta. Lavori che hanno portato al prosciugamento del torrente e alal conseguente moria di pesci nel tratto a valle. Una situazione che in questi giorni è stata denunciata dal gruppo Sinistra Civica Formigine, che ha puntato il dito contro la ditta incaricata dei lavori e la mancata sorveglianza da parte dell'Amministrazione Comunale.

"I lavori hanno provocato un grave danno ambientale al torrente Fossa e di conseguenza anche all'Oasi del Colombarone - denunciano gli attivisti -  Mai avremmo creduto fosse possibile tanta noncuranza e negligenza attuata nei confronti del torrente e di un'oasi dove non vivevano solo pesci, ma anche uccelli migratori e stazionari e particolari piante acquatiche necessarie a tutta la fauna. Un luogo dove se manca l'acqua manca la vita".

"A chi dobbiamo chiedere per sapere chi ha provocato tutto questo? Possibile che gli enti preposti abbiano lasciato mano libera alle aziende incaricate di eseguire i lavori, di agire liberamente deturpando e facendo morire la vita nel torrente Fossa e nell'Oasi? Non era veramente possibile lasciare un deflusso vitale che per legge va mantenuto, per evitare questo scempio? - si domanda Sinistra Civica - Sicuramente sono interventi necessari ma avere smosso il letto del fiume, senza incanalare l'acqua a monte dell'intervento, probabilmente favorisce l'assorbimento di quel poco d'acqua che scorreva e anche dopo la fine dei lavori, se non ripristineranno bene il fondo, ci vorrà molto tempo per rivedere un scorrimento più o meno regolare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi chiediamo che la sindaca Costi, l’assessore Bosi e la responsabile regionale, relazionino ai consigli di frazioni sull'accaduto. L'ambiente non può continuare ad essere sacrificato sull'altare del profitto e del progresso senza risponderne alle generazioni future".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

Torna su
ModenaToday è in caricamento