Fienile abbandonato usato per lo spaccio, blitz dell'Arma e due arresti

L'altro ieri una operazione dei Carabinieri ha permesso di bloccare due spacciatori nelle campagne di San Cesario e di recuperare diversi grammi di cocaina

foto di repertorio

Tutto è iniziato con una telefonata al 112 da parte di un contadino che, da diversi giorni, aveva notato un insolito andirivieni nei pressi di un casolare abbandonato nella zona di San Cesario sul Panaro. In particolare è stato notata una Volkswagen Polo bianca e un uomo con diversi tatuaggi al braccio che frequentava spesso il posto.

Sulla base di questa segnalazione, i Carabinieri della Tenenza di Castelfranco, ritenendo che il casolare abbandonato potesse essere utilizzato per nascondere sostanza stupefacente, hanno proceduto ad un accurato controllo dello stabile. All'interno di un tubo è stato così individuato un bilancino di precisione: un indizio minimo, ma sufficiente per avviare un'indagine più accurata.

Nei giorni successivi i militari hanno quindi organizzato una serie di appostamenti. La sera del 2 maggio è arrivata una Seat Ibiza nera, seguita a debita distanza dalla Polo bianca, che si è fermata sulla strada principale per fare da "palo". Dalla Seat è sceso un uomo che è entato furtivamente nel fienile. A questo punto i Carabinieri hanno fatto irruzione nel casolare e hanno sorpreso lo straniero mentre nascondeva nel tubo un vecchio calzino contenente quattro confezioni termosaldate di cellophane con all’interno 22 grammi complessivi di cocaina in sasso.

Immediatamente bloccato, il cittadino marocchino è stato trovato in possesso di circa 1.700 euro suddivisi in banconote di vario taglio. Nel frattempo, il trentenne albanese alla guida della Polo si è avvicinato a piedi al fienile, ma dopo aver notato igli uomini dell'Arma è tornato di corsa alla sua auto e si è dato alla fuga. Un'eventualità che perà era stata prevista dai carabinieri, che avevano piazzato un'altra pattuglia nei dintori e che sono così riusciti a bloccare il fuggitivo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta perquisito, anche l’albanese è stato trovato in possesso di 600 euro in contanti. A bordo delle due auto, i militari della Tenenza di Castelfranco hanno rinvenuto, nascorsi nel vano dell'autoradio della Seat, un ulteriore involucro con 3 grammi di cocaina. Per i due sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio e dopo le formalità di rito gli spacciatori sono stati portati nel carcere di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

Torna su
ModenaToday è in caricamento