Parco XXII Aprile, altri due nigeriani fermati per spaccio

Un arresto da parte dei Carabinieri e una denuncia della Polizia durante i consueti controlli nell'area verde scelta dai pusher come luogo di lavoro

Prosegue senza soluzione di continuità l'attività di repressione allo spaccio di droga presso il parco XXII Aprile, a fronte della costanza con cui i pusher presidiano l'area, ormai eletta da anni a piazza principale di vendita al dettaglio. Nel fine settimana si sono alternati i controlli delle forze dell'ordine cittadine, che hanno portato ad un arresto e ad una denuncia di due stranieri, entrambi di nazionalità nigeriana.

Sabato sera è stata una pattuglia dei Carabinieri ad individuare uno straniero mentre nascondeva qualcosa fra i rami di una siepe: i militari lo hanno bloccato e hanno scoperto che l'involucro conteneva 7 grammi di eroina. Il 24enne nigeriano, irregolare e senza fissa dimora, è stato tratto in arresto e condotto in cella in attesa di processo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri, invece, è stata la Volante della Polizia a fermare un 22enne nigeriano al parco, sul lato di via Attiraglio. Il ragazzo aveva con sè 3 grammi di marijuana, troppo pochi per procedere ad una denuncia. Tuttavia, gli approfondimenti sulla sua identità hanno permesso di scoprire che il giovane era stato scarcerato solo qualche settimana fa - era in cella sempre per fatti di droga - e che aveva un divieto di dimora a Modena. Per questo è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19. Muore a soli 36 anni la delegata sindacale di Villa Margherita

  • E' positiva al virus ma esce in bicicletta, denunciata a Modena una 47enne

  • “Back on Track”, Ferrari prepara la riapertura con uno screening per i dipendenti

  • Buoni spesa, a Modena fino a 500 euro a famiglia. Domande da lunedì

  • Coronavirus, in Emilia-Romagna 608 positivi e 75 decessi in più

  • Covid-19, da Modena lo studio per comprendere come funziona l’infezione 

Torna su
ModenaToday è in caricamento