Curiosità Modenesi | Perché Magreta si chiama così?

Perché Magreta si chiama così? Pochi sanno l'origine, ancora meno sanno che in questo luogo sorgeva un castello, ma quasi nessuno sa che questo fu un luogo fondamentale al tempo dell'Impero Romano

foto di nostrotempo.net

Magreta è una comunità che ha avuto inizio attorno al IX secolo e gestita da una nobile famiglia, i Da Magreda, che erano attivi politici all'interno del libero comune di Modena. Era quel periodo storico in cui vi era la rivalità tra Modena e Reggio Emilia, le quali si contendevano la divisione e gli usi delle acque del fiume Secchia, che per l'appunto si trova affianco a Magreta stessa.

Pochi sanno che un tempo a Magreta vi era un castello, per l'appunto di proprietà di questa famiglia nobiliare, ma che successivamente fu venduto al duca Nicolò III d'Este e poi alla figlia Margherita, finché non fu demolito. Chi fosse interessato a sapere dove si trovavano le fondamenta di questao edificio, sappia che si situa al di sotto dell'oratorio di Santa Maddalena di Canossa. E tutto ciò che sappiamo su questo castello è relativo ad un affresco presente in un altro castello, ovvero quello di Fiorano. Tuttavia, l'origine del nome non sarebbe esattamente dettato dalla sola famiglia Da Magreda.

Infatti questa famiglia prese il nome a sua volta da quella che era la denominazione di quella terra durante il periodo romano, per l'appunto dei Campi Macri. Ma cos'erano? Pochi lo sanno, ma Magreta fu al tempo dell'impero romano il più importante mercato di bestiame del centro e nord Italia. I Campi Macri erano per l'appunto gli allevamenti di bestiamen che sorgevano in questo territorio ed erano relativi a scambi commerciali intensi. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Grandi evasori, frodi e lavoro nero. Un anno di grande lavoro per la Guardia di Finanza

  • Cronaca

    Aggredisce i passanti con un grosso ramo, straniero fermato con lo spray dai poliziotti

  • Attualità

    Il Cavallo di Paladino acquistato dal gruppo ceramico Florim, sarà esposto a Fiorano

  • Politica

    Ispettorato del Lavoro in "visita" a Seta, sanzioni per i troppi straordinari di due autisti

I più letti della settimana

  • Censimento di rom e sinti? "Nella 'rossa' Emilia si fa già da tre anni"

  • Incidenti in moto, gravi due motociclisti a Maranello e Manzolino

  • Rissa tra camionisti ubriachi, un ferito e due arresti lungo l'Autosole

  • Alla guida senza patente. Polizia sequestra il veicolo e famiglia rom lancia sassi alla caserma

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Aggredisce i passanti con un grosso ramo, straniero fermato con lo spray dai poliziotti

Torna su
ModenaToday è in caricamento