Condominio visitato dai ladri per la terza volta in un mese

Anche nel weekend scorso i malviventi hanno colpito nel comparto Salvo D'Acquisto, scalando un palazzo fino al secondo piano ed entrando in un appartamento dalla finestra

Se la temuta ondata di furti in concomitanza con il concerto di Vasco Rossi non si è verificata – i dati delle forze dell'ordine sui reati sono rimasti perfettamente nella media – c'è un quartiere che non può dirsi fortunato come gli altri. E' il comparto Salvo d'Acquisto, dove già nei giorni scorsi il Comitato dei residenti aveva lanciato un nuovo appello alle autorità per far fronte ad un nuovo "assedio" da parte dei topi d'appartamento.

C'è un condominio in particolare che nell'ultimo mese è stata oggetto di tre incursioni criminali. La prima a fine maggio, la seconda una settimana fa – quando i ladri erano stati messi in fuga da una residente – e infine lo scorso weekend, verosimilmente venerdì. I proprietari si sono infatti accorti dell'effrazione soltanto domenica al rientro dalle ferie.

I ladri hanno utilizzato un cestino dei rifiuti come "trampolino" e si sono arrampicati attraverso i balconi fino al secondo piano, dove hanno forzato la finestra del bagno attraverso la quale sono entrati.

Nulla di particolare valore è stato rubato durante l'incursione, ma la preoccupazione dei residenti della zona è tornata comprensibilmente su valori decisamente troppo elevati. Così come alta è la richiesta di interventi più concreti per garantire sicurezza nel quartiere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Caduta sulla rotonda di Vaciglio, grave un cicloamatore

  • Sale su un traliccio alla stazione e minaccia di gettarsi, salvata dai Carabinieri

  • Meteo | Torna il caldo con valori fino a +35°C, ma non per molto

Torna su
ModenaToday è in caricamento