menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Neve, l'appello di un veterinario per salvare gli uccelli dal freddo

Il Dott. Francesco Peloso: "Evitare pane e prodotti da forno, meglio i semi interi per aiutare i volatili a nutrirsi in questo momento di scarsità di cibo"

Pettirosso

Neve, ghiaccio e freddo. Fattori che di fatto azzerano le probabilità per gli uccelli di riuscire a trovare cibo per nutrirsi e sopravvivere. In questi giorni di meteo avverso, è stato riproposto un appello della Lipu per la tutela dei volatili. Sulla falsa riga dell'associazione, il medico veterinario Francesco Peloso ha voluto fornire il suo contributo suggerendo ai modenesi poche ma semplici buone pratiche. 

CONSIGLI - Innanzitutto, niente pane e niente briciole: "Il pane e gli altri prodotti da forno una volta nel gozzo dell'uccellino richiamano acqua per essere inumiditi e digeriti - spiega il veterinario - Si forma così un blocco di pane bagnato che a sua volta richiama calore per raggiungere la temperatura corporea e con questo freddo l'uccellino finisce per morire di freddo perché non riesce a scaldare il corpo e il pane freddo e umido". Molto meglio, invece, i semi: "Se volete aiutarli fornitegli semi interi che non richiamano acqua nel gozzo - aggiunge il Dott. Francesco Peloso - I semi vengono venduti nei negozi di mangimi e anche nei centri commerciali. Naturalmente, se c'è la neve mettete i semi in un piattino e non alla portata di gatti". Infine, un ultimo suggerimento per gli animalisti più audaci: "Un'ottimo upgrade per i più volonterosi sono le palline di lardo, anche con semi dentro, appese ad un ramo con una retina da limoni".

Potrebbe interessarti

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Maura
    Maura

    scusate,non avevo inserito l'e-mail!

  • Avatar anonimo di Maura
    Maura

    Il riso si puo' dare?e qualche pezzetto di carne macinata per i merli?

  • Avatar anonimo di mariell
    mariell

    MA COSA DITE? E' l'opposto di quanto dice il sito della LIPU http://www.lipu.it/news/no.asp?1305

    • Avatar anonimo di Francesco
      Francesco

      Allora.. innanzitutto il sito della Lipu non menziona pane e altri prodotti da forno.. ma solo panettone e plumcake.. che comunque non sono indicati.. poi la Lipu è un'associazione ambientalista/animalista dove operano volontari spesso con carente cultura scientifica. Sul sito dell'ENPA dicono addirittura di dare il pane.. io ho spiegato cosa succede a dare briciole, poi ognuno è libero di somministrare quello che vuole.. magari tenere a mente che i panini non crescono sugli alberi al  contrario dei semi sarebbe comunque cosa buona e giusta.. Dott. Francesco Peloso, medico veterinario

      • vanno bene le noci a pezzi?

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Tragedia a Campogalliano, ciclista travolto e ucciso da un camion

  • Economia

    Riorganizzazione di Poste, dietrofront sull'ampliamento delle zone di recapito

  • Cronaca

    Due fratelli trovati morti in casa, il malore e poi il suicidio

  • Cronaca

    Modifica una Toyota e cerca di immatricolarla come Ferrari, denunciato

Torna su