Dà fuoco alla sede della Municipale a Mirandola e causa due morti e diversi feriti. Arrestato

In piena notte un rogo ha interessato i locali di via Roma. Due decessi, tre feriti gravi e 16 intossicati fra i residenti dello stabile. Fermato il presunto responsabile poco dopo i fatti

Questa notte intorno alle ore 2.40 è stato appiccato un incendio all'interno dei locali della sede della Polizia Municipale dell'Area Nord, in via Roma 6 a Mirandola. Il rogo ha sprigionato molto fumo che in breve tempo ha invaso i piani superiori dell'edificio, dove risiedono diverse famiglie. Sul posto sono state impegnate diverse squadre VVF, Sanitari 118 e Forze dell'Ordine.

Il bilancio è drammatico: due perrsone sono decedute, tre sono state ricoverate in grave condizioni e ben 17 hanno riportato lievi intossicazioni a causa del fumo. A perdere la vita sono state un'anziana e la badante straniera che la accudiva, mentre i feriti più gravi sono stati trasportati al Centro Grandi Ustioni di Ravenna. Particolarmente critiche le condizioni del marito della donna deceduta.

Immediato l’invio dei primi mezzi di soccorso e il contatto con il coordinatore di guardia del Sistema di emergenza territoriale 118 dell’Azienda USL Modena, che ha attivato la procedura di maxi-emergenza. Si tratta di un percorso che viene messo in atto quando occorre prestare assistenza a un grande numero di persone coinvolte e che consente di allertare tutti i Pronto soccorso della provincia di Modena per l’eventuale accoglienza dei feriti. Nel totale, sono state 13 le ambulanze coinvolte nell'operazione, a cui si aggiunge un’automedica dell'Azienda USL, l'elisoccorso inviato da Bologna e il mezzo di coordinamento del 118 dell’AUSL di Modena.

Tutti i feriti sono stati assistiti in prima istanza all’Ospedale di Mirandola, ad eccezione di un paziente immediatamente trasportato all’Ospedale di Ravenna con l’elisoccorso per la terapia iperbaric. Sono stati trasferiti da Mirandola per l’Ospedale di Fidenza per la terapia iperbarica tre pazienti tra cui un minore (accompagnato dalla madre dentro la camera iperbarica); di essi una donna è in condizioni gravi. In tutto sono sei i minori coinvolti: tre sono stati trasferiti in Pediatria all’Ospedale di Carpi e due sono tuttora in osservazione breve intensiva a Mirandola, nessuno al momento versa in pericolo di vita. Dei pazienti che sono stati successivamente assistiti al Ps di Mirandola, nessuno è in pericolo di vita e alcuni sono già in dimissione. 

Dopo una rapida indagine è stato appurato che l'incendio è stato causato intenzionalmente, parrebbe attraverso lo sversamento di benzina all'interno dei locali del piano terra. Dopo la segnalazione da parte dei residenti, i Carabinieri di Mirandola hanno subito iniziato le ricerche del responsabile e hanno fermato un giovane straniero, portato in caserma e trattenuto per essere interrogato. 

Il ragazzo è stato trovato a pochi metri dalla sede di via Roma con un accendino che avrebbe rubato nella sede dei vigili urbani, dove si sarebbe introdotto proprio per commettere un furto. I militari lo hanno arrestato in flagranza e al momento è accusato di furto e danneggiamento a seguito di incendio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Caduta sulla rotonda di Vaciglio, grave un cicloamatore

Torna su
ModenaToday è in caricamento