Alloggi popolari in via Forghieri, prime assegnazioni e bando ancora aperto

Sei famiglie andranno ad abitare nei prossimi giorni negli appartamenti Erp, altre a settembre. Resta aperto il bando per concorrere all’assegnazione dei restanti appartamenti

Tre giovani coppie con e senza figli, una coppia di anziani, oltre a un’anziana sola e  una mamma con i suoi bambini. Nei prossimi giorni le prime famiglie assegnatarie entreranno nei nuovi alloggi di Edilizia residenziale pubblica realizzati dal Comune di Modena in via Forghieri, nel comparto dell’ex mercato bestiame.

Gli appartamenti, di varie metrature e tutti in classe energetica A4, intendono rispondere alla domanda abitativa di una fascia che pur avendo un reddito non possono permettersi una casa ai prezzi del libero mercato. Si trovano in una nuova palazzina, costruita grazie un investimento complessivo di quattro milioni di euro, dalla società di trasformazione urbana CambiaMo nell’ambito del programma di riqualificazione urbanistica e sociale del complesso R-Nord e dell'area ex Mercato Bestiame “Contratti di quartiere II” cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna e dal ministero delle Infrastrutture.

Sono sei i nuclei familiari, tra quelli selezionati attraverso un bando pubblico a cui si può ancora partecipare, che venerdì 29 luglio firmeranno il contratto di locazione a canone concordato minimo ridotto del 20 per cento, secondo quanto stabilito in accordo con le sigle sindacali. Per altre quattro famiglie, che stanno facendo valutazioni e approfondimenti in queste settimane, i contratti si potranno concretizzare a inizio settembre.

Per concorrere all’assegnazione dei restanti alloggi occorre partecipare al bando aperto rivolto a giovani coppie, anziani e nuclei monoparentali con valore Isee non inferiore a 8 mila euro e non superiore a 30 mila euro; le domande vanno presentate all’Ufficio Servizi per la Casa e l’Abitare Sociale del Comune in via Santi, 60 (tel. 059/2032199) lunedì e giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.

Complessivamente sono venticinque gli alloggi di Edilizia residenziale pubblica realizzati nella palazzina di via Forghieri. L’edificio si sviluppa su quattro piani oltre all’interrato, dove si trovano autorimesse, cantine, parcheggi, spazi di servizio, e al piano terra che già ospita i nuovi uffici della federazione provinciale Coldiretti. La tipologia degli alloggi è varia con metrature che vanno dai 55 ai 95 metri quadri, inoltre al quarto piano vi sono due ampie sale condominiali. La corte interna sul retro dell'edificio è stata inoltre attrezzata con giochi per bambini.

Dal punto vista energetico e dell’efficienza impiantistica, l’edificio, che ha potuto avvalersi di un finanziamento ministeriale specifico, si colloca in classe A4 con impianto di riscaldamento alimentato dal sistema di teleriscaldamento comunale, impianto solare per la produzione di acqua calda sanitaria, ricambio d’aria munito di recuperatore di calore ad alta efficienza per la zona uffici, impianto fotovoltaico di capacità 5 Kw, oltre al tetto verde e altri sistemi di comfort termico.

Accanto alla palazzina, procedono anche i lavori per la costruzione di un ulteriore edificio con altri otto alloggi Erp, sempre realizzati da CambiaMo con un investimento complessivo di circa un milione e mezzo di euro, grazie a fondi regionali del Programma Speciale d’Area di Modena.

In questo caso gli alloggi, sempre in classe energetica A, sono di circa 65 metri quadri e uno degli otto è progettato per disabili; i lavori si concluderanno in autunno. Al piano interrato si trova una sala ritrovo per i condomini, mentre a piano terra sono previsti uffici e servizi per qualificare il comparto residenziale. Sarà anche realizzata un’area esterna con elementi di arredo e illuminazione, collegata all’area verde di pertinenza dell’altra palazzina in modo da costituire un unico parchetto attrezzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento