Minaccia con pistola il debitore e ruba l'auto dell'amica. Arrestato il noto criminale nel modenese

Prima si reca al bar e minaccia verbalmente il debitore, poi lo attende in auto e gli punta una pistola semiautomatica alla gola

E' stato arrestato l'albanese di 44 anni, noto come Tito, che nella giornata di ieri si era presentato presso il bar Sassi, di via Panfilio Sassi, per riscuotere con minacce un debito di 800 euro ad un tunisino nullatenente. Il creditore, noto alle Forze dell'Ordine per la sua per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nel 2016 e per altri reati come violenza e minaccia a pubblico ufficiale e precedenti per rissa, ha atteso che la vittima uscisse dal locale.

IL VIDEO DEL CASO 

Una volta fuori il tunisino è entrato nella Smart, che gli era stata prestata da un'amica per recarsi al bar Sassi, e lì vicino al veicolo ad attenderlo vi era Tito. Entrati in auto entrambi lo ha minacciato con una pistola semiautomatica clandestina, puntandogliela alla gola e dicendogli che se non gli avesse dato i soldi l'avrebbe pagata cara. Così Tito ha obbligato il tunisino a scendere dalla vettura ed è scappato con il veicolo. La vittima si è così recata dalla Polizia di Stato per raccontare i fatti e le Forze dell'Ordine si sono quindi recate presso la residenza del criminale in via del Murazzo.

Vedendo la figlia del soggetto sul terrazzo di via Guarino Guarini, soono intervenuti e hanno perquisito l'abitazione senza tuttavia trovare nulla, però la compagna di Tito aveva fornito alle Forze dell'Ordine anche le chiavi del garage. Così entrati all'interno della struttura hanno trovato sotto una piastrella la semiautomatica e 6 involucri di cocaina. L'uomo è stato arrestato per porto d'armi clandestina, detenzione di droga e rapina, in quanto vicino alla casa è stata ritorvata la Smart che è stata poi restituita alla proprietaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento