Carpi, 17enne massacrato di botte nel Cortile delle Stele

Un 30enne e un amico hanno colpito violentemente il ragazzino, poi soccorso dal 118. I due aggressori sono stati rintracciati poco dopo dai Carabinieri

Un episodio dai contorni surreali si aggiunge ad una purtroppo già lunga lista di fatti criinali che riguarda i giovani che frequentano il centro di Carpi. Questa volta è stato un minorenne a farne le spese, aggredito da due trentenni e colpito violentemente e ripetutamente con calci e pugni. E' accaduto nel tardo pomeriggio di ieri nel Cortile delle Stele di Palazzo Pio, solitamente frequentato da compagnie di ragazzini e talvolta da qualche sbandato.

Ieri il luogo deputato alla memoria dell'Olocausto si è trasformato in un "set", scelto da un 30enne per girare un videoclip musicale, frutto della sua verve musicale. Un giovane "artista" alle prime armi con una storia particolare, dal momento che l'ispirazione musicale - come ha poi ammesso ai Carabinieri - era nata nell'ultimo periodo trascorso in carcere. Si tratta di un cittadino italiano con precedenti per vari reati, uscito per l'appunto da poco tempo dal Sant'Anna.

Il 30enne ha coinvolto nel suo video anche un gruppo di ragazzini che sostava in zona, ma uno di questi - la vittima - si è rifiutato di collaborare. Una volta girate alcune scene tra i due si è creato un po' di astio, senza una ragione concreta. Anche il minorenne sosteneva infatti di essere un cantante e di non avere bisogno di partecipare a quelle riprese per diventare famoso. La lite si è trasformata in violenza fisica, con il maggiore dei due che ha colpito ripetutamente il ragazzino, senza risparmiarsi. Anche un amico e coetaneo dell'aggressore ha poi partecipato con un pugno al volto del malcapitato minore.

Sul posto sono arrivati 118 e Carabinieri e il ferito è stato portato al Pronto Soccorso del Ramazzini: per lui la prognosi è pesante, di circa due mesi, per via della rottura di una spalla e di traumi cranico e toracico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari dell'Arma di Carpi hanno avviato subito le ricerche degli aggressori,che do po qualche tempo sono stati rintracciati. L'ex detenuto era in un locale cittadino intento a cantare al karaoke, mentre l'amico era già rientrato presso la sua abitazione. Entrambi sono stati denunciati per lesioni personali aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

Torna su
ModenaToday è in caricamento