Pedalò si schianta sugli scogli, due poliziotti in vacanza salvano cinque ragazzini

E' accaduo lungo il litorale agrigentino, dove i due agenti sono intervenuti a bordo di un gommone insieme ad un sottocapo della Guardia costiera per soccorrere i minorenni alla deriva con la piccola imbarcazione a pedali

Questo pomeriggio cinque ragazzini, che hanno veramente rischiato grosso, sono stati salvati appena in tempo da due poliziotti e un sottocapo della Guardia costiera. E' accaduto nelle acque della baia di Mollarella, una spiaggia turistica molto frequentata lungo la costa di Licata, in provincia di Agrigento.

Per fortuna fra i turisti c'erano anche alcuni "angeli custodi". La coppia di poliziotti in servizio a Modena - Angela Di Salvo e Riccardo Pati - ed il sottocapo della Guardia costiera, Domenico Costa, sono riusciti a salvare i giovanissimi che erano alla deriva su un pedalò con la pedaliera in avaria. Un guasto improvviso che ha fatto sì che i giovanissimi non riuscissero più a governare la piccola imbarcazione, che la forte corrente ha spinto contro gli scogli.

Ad accorgersi del concreto pericolo sono stati i tre appartenenti alle forze dell’ordine, che, a bordo di un gommone, hanno lanciato loro una cima e hanno rimorchiatio il pedalò con i ragazzini, quasi fino alla riva. Un lieto fine che testimonia, ancora una volta, come uomini e donne delle forze dell'ordine non smettano mai di indossare la divisa. Neppure quando indossano il costume da bagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento