menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Rapinano un gruppo di giovani in pieno centro, in manette quattro stranieri

Approccio amichevole di un gruppo di stranieri ad un altro di coetanei, poi spariscono cellulare e portafogli. Dopo le minacce arriva la Polizia e per i quattro nordafricani protagonisti scattano le manette

Durante la notte di halloween, c'è chi ha avuto paura per davvero. Sono i cinque amici – giovani tra i 25 e i 30 anni - vittime di rapina e minacce da parte di una banda composta da quattro coetanei stranieri, avvenuta nella centralissima piazza Matteotti, alle 4 di notte. I cinque, originari della zona di Sassuolo, avevano trascorso la serata in centro storico e verso l'alba erano ancora in giro quando sono stati avvicinati con fare amichevole da quattro nordafricani. 

Gli stranieri, pressochè coetanei, hanno cercato di “stringere amicizia” con le loro vittime, dimostrandosi amichevoli e desiderosi di fare baldoria. Un atteggiamento che ha generato qualche sospetto tra gli italiani, che tuttavia hanno deciso di accettare la presenza dei nuovi arrivati. Un approccio talmente cordiale e astuto che i giovani si sono anche scambiati qualche abbraccio, che si è poi rivelato fatale. Uno dei magrebini, proprio durante una serie di pacche sulle spalle, è infatti riuscito a sfilare telefono e portafogli dalle tasche della giacca di uno dei malcapitati.

La vittima si è resa conto dell'accaduto quando ormai la banda si era allontanata e ha deciso di seguirli per farsi riconsegnare gli effetti personali. Una volta che li ha raggiunti, nei pressi di via Taglio, il ragazzo è stato però accerchiato dai rapinatori e preso per il collo: la violenza e le minacce lo hanno convinto a desistere e ad avvertire la Polizia dell'accaduto.

Una pattuglia della Squadra Volante ha raggiunto immediatamente la zona incirminata e ancor prima di raccogliere la denuncia dei cinque giovani, ha individuato i malviventi. Grazie all'arrivo dei rinforzi, i quattro sono stati bloccati e ammanettati. Mentre le Volanti li hanno accompagnati in Questura in stato di arresto – con l'accusa di rapina aggravata in concorso – la refurtiva è stata riconsegnata alla vittima.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Tragedia a Campogalliano, ciclista travolto e ucciso da un camion

    • Economia

      Riorganizzazione di Poste, dietrofront sull'ampliamento delle zone di recapito

    • Cronaca

      Due fratelli trovati morti in casa, il malore e poi il suicidio

    • Eventi

      La Mille Miglia torna a sfilare in città, destinazione Mef

    Torna su