Massa Finalese, fuori pericolo l'anziana accoltellata dal marito

Infermieri e medici hanno salvato la vita dell'86enne ferita dal marito, che a sua volta si trova ricoverato a causa del suo stato di shock e al tentativo di suicidio

Se la caverà con una prognosi di 20 giorni Maria Maccaferri, l'86enne di Massa Finalese accoltellata ieri pomeriggio dal marito, il 96enne Lorenzo Simoni. La vicenda ha dunque avuto un epilogo favorevole, quantomeno sul fronte delle condizioni fisiche legate alla ferita alla gola, ma ha di fatto straziato un rapporto famigliare reso già durissimo dalla malattia della donna, costretta a letto da anni.

L'anziana resta dunque ricoverata presso l'ospedale Maggiore di Bologna, dove è giunta ieri in gravi condizioni: un plauso va certamente all'intervento del 118, che ha mobilitato in tempi rapidi anche l'eliambulanza, fatta arrivare dalla non certo vicinissima Parma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Simoni è ora accusato di tentato omicidio e si trova a sua volta ricoverato presso l'Ospedale Ramazzini di Carpi: dopo il folle gesto l'anziano ha tentato di togliersi la vita e ha subito uno shock psicologico particolarmente forte. Per questo è immaginabile che trascorrerà diverso tempo presso la struttura sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento