Teatro Storchi: a comprare l'hashish con mamma, 22enne nei guai

Dopo essere stata accompagnata in auto dalla madre totalmente all'oscuro di tutto, una 22enne è stata scoperta dalla Municipale nel parco retrostante il Teatro Storchi: segnalata in Prefettura come assuntrice di droga

Con il meteo di questi giorni, c'è chi ha fatto facile ironia sulle abitudini di un "torinese" di nome Lapo in materia di neve. Sempre la neve non ha posto ostacolo allo spaccio in città, ma, allo stesso tempo, non ha impedito alla Municipale di pizzicare due trentenni tunisini avvezzi con le sostanze stupefacenti nel parco dietro il teatro Storchi e in via Canaletto.

TEATRO STORCHI - Nella prima operazione, svolta il pomeriggio del 30 gennaio, gli agenti del Nucleo problematiche territoriali del Comando di via Galilei sono intervenuti alle 16 cogliendo sul fatto lo spacciatore, dopo aver assistito alla cessione di una dose di hashish a una 22enne modenese, accompagnata in macchina sul posto dalla madre, totalmente all'oscuro delle intenzioni della figlia. La giovane è stata segnalata alla Prefettura quale assuntrice di droga, mentre lo spacciatore, in Italia con permesso di soggiorno umanitario, è stato portato in serata al carcere di Sant’Anna.

VIA CANALETTO SUD - Nell’operazione svolta in via Canaletto sud il venerdì 3 febbraio, gli agenti in borghese della Municipale che controllavano l’ex Granarolo, su segnalazione dei cittadini, hanno notato una persona già nota come spacciatore mentre entrava furtivamente attraverso un varco nella rete, per recuperare un pacchetto contenente droga, probabilmente destinata al traffico del fine settimana. Infatti, nel pacchetto c’erano 35 grammi di hashish che sarebbero stati destinati a più spacciatori, “colleghi” di lavorodell’arrestato. All’uscita dal varco il pusher ha trovato gli agenti, che l’hanno arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio e l’hanno portato al carcere di Sant’Anna a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Il futuro dell’Oncologia modenese, riconoscimenti per tre giovani ricercatori

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

  • Malfunzionamento della caldaia: padre, madre e bimba di 2 anni al pronto soccorso

Torna su
ModenaToday è in caricamento