Ingresso sfondato dal bus, danni per 70mila euro alla scuola

Il sopralluogo della Provincia va di pari passo con le indagini dei Carabinieri. Intanto la scuola non riaprirà almeno fino al 26 aprile

Ammontano a oltre 70 mila euro i danni all'edifici dell'istituto Meucci di Carpi causati dai vandali, a bordo di due pulmini del servizio pubblico rubati, nella notte tra giovedì 20 e venerdì 21 aprile. La cifra scaturisce da una prima stima effettuata dai tecnici del servizio Edilizia della Provincia. 

Dai rilievi è emerso che sono stati distrutti le due vetrate dell'ingresso principale e relativi infissi metallici, buona parte dei controsoffitti dell'atrio comprese plafoniere, sensori allarme incendio e colonnina con impianti elettrici; prima di entrare nell'atrio i vandali, a bordo dei due pulmini, hanno sfondato tutti i tre cancelli esterni (distruggendo anche la colonnina motore di uno dei cancelli) e danneggiato l'area verde.

Sono già partite le prime opere provvisorie e la prossima settimana saranno eseguiti gli interventi di ripristino; l'impianto di allarme presente nella scuola è tuttora funzionante ma è già stato predisposto un servizio di vigilanza anche notturna che coinvolge la Provincia, la polizia municipale le forze dell'ordine.