Confezionamento alimentare, il Gruppo Fabbri acquisisce Caveco

Grazie all’ingresso dell'azienda bresciana, prosegue il percorso di crescita della storica realtà modenese leader nel settore del confezionamento del fresco, mentre Caveco accelera il percorso di internazionalizzazione recentemente intrapreso

Il Gruppo Fabbri e Caveco annunciano l’ingresso ufficiale di Caveco nello storico Gruppo di Vignola. Realtà industriale internazionale leader nella produzione e vendita di macchine e film per il confezionamento alimentare, Fabbri è sul mercato da oltre 60 anni e 9 anni fa è passato di proprietà. Con circa 500 dipendenti, 160 brevetti concessi in diversi paesi nel mondo e il 5% del fatturato investito in Ricerca e Sviluppo, Gruppo Fabbri opera presso i trasformatori del fresco e presso il retail con soluzioni che coprono tutti i settori alimentari: carne, frutta, verdura, caseario, ittico, gastronomia.

Il Gruppo è composto da 3 unità produttive, di cui 2 in Italia e 1 in Svizzera, e 6 società commerciali e di servizio in Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Svizzera e Russia. Presente in circa 80 paesi, Gruppo Fabbri è perfettamente integrato nella filiera distributiva e si distingue per la costante attenzione prestata alle necessità della clientela.

Caceco, azienda bresciana che nel 2019 ha celebrato i 40 anni dalla sua fondazione, quando il confezionamento in termosigillatura cominciava ad affermarsi, si è costruita nel tempo una solida fama grazie all’estrema robustezza ed affidabilità delle sue macchine, specializzandosi anche nel dosaggio di prodotti considerati “difficili”, come insalata russa, prodotti semisolidi ecc. e nell’offerta di linee complete dedicate alla preparazione di vari alimenti.

“Questa acquisizione – commenta Stefano Mele, amministratore delegato di Gruppo Fabbri – costituisce un ampliamento naturale del perimetro di attività del nostro gruppo, rafforzandoci ulteriormente nel segmento strategico delle macchine per la termosigillatura e delle linee di confezionamento. Metteremo a fattor comune le reciproche esperienze e capacità, valorizzando al massimo il business e le soluzioni acquisite, continuando a investire nell’evoluzione dei nostri prodotti e nello sviluppo del mercato.”

“Siamo contenti di entrare a far parte di Gruppo Fabbri – aggiunge Franco Vellutini, fondatore di CAVECO – perché questo ci consentirà di unire le forze e permetterà lo sviluppo ancora più accelerato della nostra strategia.” La famiglia Vellutini rimarrà nell’azionariato della società e contribuirà attivamente allo sviluppo futuro del Gruppo dalla sede Caveco di Palazzolo sull’Oglio (BS).

Parte delle risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dell’operazione sono state messe a disposizione da Banco BPM, importante istituto bancario italiano recentemente sempre più vicino al percorso di crescita di Gruppo Fabbri. Gruppo Fabbri è stata supportata dallo Studio Legale Giovannelli e Associati, dallo Studio Spada Partners per gli aspetti societari, da Nexia Audirevi per la Due Diligence Contabile e dallo Studio Professionisti Associati di Milano per la Due Diligence Tax. Caveco è stata supportata da Falco & Associati e da Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

Torna su
ModenaToday è in caricamento