Le bellezze storico-naturalistico modenesi e "L'essenza del viaggio a piedi"

L'appassionato naturalista ed escursionista estremo Simone Morris ha pubblicato il suo secondo volume, che attraversa anche il nostro territorio

Ha quasi trent'anni ed è un appassionato naturalista, viaggiatore ed escursionista estremo. Da anni approfondisce in modo autonomo e indipendente temi legati all'ambiente e al rapporto ideale che l'uomo dovrebbe instaurare con esso invertendo il proprio percorso evolutivo. E' Simone Morris, già autore di un'opera interamente incentrata sul Pino Loricato (la specie arborea secolare più antica presente in Italia), e ora protagonista di un nuovo "viaggio" letterario.

Il 30 giugno, dopo un lavoro di due anni, è infatti stato pubblicato il suo libro incentrato sul viaggio a piedi, dal titolo " L'essenza del viaggio a piedi". Nel testo si ripercorrono alcune delle vie calcate in passato da pellegrini e viandanti lungo l’antica Via Romea Nonantolana, affrontando il viaggio con lo stesso spirito di queste figure passate. Attraverso borghi e punti di riferimento caratteristici del territorio emiliano (in particolare dell’Appennino modenese), descrivendo l’immutabile, rievocando i fantasmi del passato e raccontando il folklore di cui l’area è pregna, anche grazie alle preziose testimonianze della gente del posto. Morris ha toccato poi  zone di valore storico-naturalistico come Valle del Panaro, Castagno monumentale di Monteombraro, Zocca, Sassi di Roccamalatina, Cascate del Bucamante e altre.

"Ho cercato, metaforicamente parlando, di riparare una collana di perle rotta. Le perle, in questo caso, rappresentano i temi prioritari per la nostra epoca storica e il cordino che le accoglie il viaggio a piedi che fa da filo conduttore a questi argomenti essenziali. In questo libro ho individuato, raccolto e rimesso al loro posto ogni singola perla. Ad oggi questi temi sono affrontati con superficialità, volutamente oscurati, o trattati in modo approfondito fossilizzandosi sui dettagli ed escludendo tutto il resto, senza una visione olistica della situazione generale. Nell'opera ho cercato d'impostare un filo narrativo che portasse il lettore ad acquisire gradualmente consapevolezza dell'essenzialità dei bisogni primari, accompagnando concetti quali   permacultura,  bioregionalismo, autosufficienza, agricoltura naturale, selvaticità, ecc".

"Ho scritto un'opera che affronta in modo filosofico, schietto e riflessivo la questione dell'autosufficienza che ognuno di noi deve necessariamente conquistare, riappropriandosene con ogni mezzo a sua disposizione, in vista degli anni catastrofici che seguiranno", conclude Simone Morris, che presto inizierà un tour di presentazione della sua opera in tutta Italia. Qui i link al volume:  https://amzn.to/2YWVqWo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento