"L’incanto", a San Felice uno spettacolo in bilico tra commedia e dramma

Un locale in dismissione. La scena si apre con due uomini asserragliati in quel che resta del ristorante 'da Giorgio'. Uno è svenuto e imbavagliato. L'altro sta finendo di legarlo alla sedia con una corda. Da fuori, le voci dei facchini che devono eseguire il pignoramento minacciano di chiamare la polizia. Questo l’incipit de L’incanto che, sabato 7 alle ore 21:00 e domenica 8 dicembre alle ore 18:00, in replica straordinaria – visto il successo degli eventi precedenti – presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di San Felice sul Panaro, rappresenterà l’ultimo spettacolo dell’anno proposto da TiPì – Stagione di Teatro Partecipato.

Il sequestratore sulla scena è Giorgio Nummo, proprietario del ristorante. Il sequestrato, invece, Mario Satellite, l'ufficiale giudiziario. Quello che serve a Giorgio è tempo: per cercare di estinguere i debiti, per evitare la vendita all'incanto dei suoi beni. Tempo per non far scomparire sotto gli occhi il proprio sogno, per sentirsi ancora uomo agli occhi della compagna, Luce Nardi, che Giorgio, nella foga del momento, ha inconsapevolmente chiusa nel magazzino. Ma da quel magazzino Luce dovrà uscire, rendersi conto dell'accaduto e decidere da che parte stare. Nell'evolversi della vicenda, con la polizia che incombe e il tempo che stringe, tutti i personaggi riusciranno a trovare un senso e una consapevolezza in questa situazione grottesca e paradossale.

L'incanto è uno spettacolo di nuova produzione, basato sul testo inedito dell'autore modenese Enrico Saccà e realizzato grazie al patrocinio del Comune di San Felice sul Panaro, al sostegno del Teatro Comunale ‘Casa del popolo’ di Castello d'Argile e dell'Unione Reno Galliera, che vede in scena, insieme a Michele Pagliai, i direttori artistici della rassegna: Irma Ridolfini e Paolo Zaccaria, che ne firma anche la regia.

La sua messa in scena all'interno della stagione TiPì vuole rappresentare un momento di incontro e scoperta del lavoro attoriale dei curatori del progetto. Il pubblico, ormai avvezzo alle figure organizzative grazie alle numerose attività partecipate e al successo delle precedenti edizioni, avrà così la possibilità di conoscere un altro aspetto della loro professionalità.

TiPìStagione di Teatro Partecipato è progetto che, promosso dall’associazione Nahìa e realizzato grazie al contributo del Comune di San Felice sul Panaro, di tutti i Comuni dell'Area Nord di Modena e della Regione Emilia-Romagna, e con il supporto organizzativo del Sistema Bibliotecario dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord, animerà la Bassa modenese sino a dicembre.

L'ingresso allo spettacolo è a offerta libera fino a esaurimento posti, è consigliata la prenotazione all'indirizzo mail progetto.tp@gmail.com, al numero 347.2306264 oppure consultando la pagina Facebook TiPì – Stagione di Teatro Partecipato.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • "Bici davvero!", al Museo della Figurina di Modena una mostra dedicata al "cavallo d'acciaio"

    • dal 11 ottobre 2019 al 13 aprile 2020
    • Museo della Figurina
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento