"Da dentro", la mostra di Linda Rigotti e Giorgia Valmorri alla Rocca di Vignola

Fino al 26 aprile 2020 la Fondazione di Vignola ospita “Ora più rada ora più densa. Architetture dell’immaginario”, una rassegna di arte contemporanea a cura di Lucia Biolchini tra le mura della storica Rocca. Dopo Marina Fulgeri, Sabrina Muzi e Alessandro Moreschini, a partire da sabato 7 marzo e fino al 26 aprile prende il via la mostra di Linda Rigotti e Giorgia Valmorri, ultima tappa del percorso espositivo che ha proposto il confronto tra esperienze contemporanee e spazi antichi dallo scorso luglio. Il programma completo è scaricabile qui. Sabato 7 marzo alle ore 16.00 nelle sale della Rocca di Vignola si inaugura Da Dentro, un'installazione ideata per questa sede da Linda Rigotti e Giorgia Valmorri.

“Dopo aver indagato le architetture dell'immaginario attraverso i concetti di luce, paesaggio e tempo proposti da Fulgeri, Muzi e Moreschini – spiega la curatrice Lucia Biolchini - con questo ultimo appuntamento l'arte contemporanea occuperà l'ambiente con uno spazio in cui entrare e sostare”. Nella Sala del Padiglione l'affresco si materializza con una grande tenda che il pubblico è invitato ad abitare. Dentro, disegni, bozzetti, oggetti, piccole sculture, luci, maschere, profumi e stoffe sono rifugi preziosi o navi che esplorano mari sconosciuti, come luogo del viaggio e della trasformazione. L'architettura si sgretola e diventa memoria, nomadismo e mutazione, svincolata dalla necessità di fissarsi in una struttura saldamente ancorata al terreno. E' contro-architettura. “Con questa ultima mostra - afferma Carmen Vandelli, Presidente della Fondazione di Vignola - continua la possibilità di far crescere nel visitatore l’amore per l’arte contemporanea in ambiente medioevale, consentendo di valorizzare tesori che sanno suscitare insieme forti emozioni da vivere nel presente e nel futuro”.

Linda Rigotti è nata a Tione di Trento nel 1982. Si è laureata nel 2007 all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2006 è attiva sperimentando ed esponendo, utilizzando diverse tecniche: disegno, video, performance, scultura, fotografia, installazioni, nella continua ricerca della comunicazione con l’altro attraverso l’esplorazione del confine tra dentro e fuori, interiore ed esteriore, soggettività ed oggettività. Dal 2006 partecipa a varie collettive e realizza alcune personali. Negli ultimi anni è stata selezionata per alcune residenze in Italia e all’estero. Dal 2010 si muove su vari festival con video e performance. Nel 2011 prende parte al Premio internazionale di Arte Partecipativa Aelia Media. Dal 2015 al 2017 ha curato assieme a Daniele Pezzi la rassegna di cinema d’artista In your dreams I am a landscape. Attualmente sta studiando alla scuola antroposofica per arte terapeuti Stella Maris di Bologna, un percorso che indaga a fondo la relazione tra l’uomo e le immagini che in lui prendono vita.

Giorgia Valmorri è artista e arte terapeuta. Consegue nel 2007 il diploma quadriennale presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino e intraprende il suo percorso di ricerca come artista partecipando a residenze, mostre collettive e personali e costruendo progetti artistici partecipati presentati in sedi pubbliche e private. Diventa arte terapeuta nel 2018  presso Art therapy Italiana Bologna. In un ambito di progettazione artistica site specific predilige le pratiche relazionali. Nella sua ricerca la partecipazione e lo scambio libero e gratuito sono contenuti importanti per le forme della sua immaginazione artistica. La creazione di dispositivi che implicano dinamiche collettive funziona da strumento di attivazione di processi che aumentano, estendono e moltiplicano le forme iniziali dei suoi lavori dando il via ad ulteriori dinamiche di relazione. L’attivazione di questi processi, per la maggior parte, dipende da un’iniziale dono. Ha collaborato con Silvia Petronici come assistente alla curatela di molti progetti a partire dal 2013.

Ora più rada ora più densa
Architetture dell'immaginario
a cura di Lucia Biolchini

Linda Rigotti e Giorgia Valmorri - Da Dentro
Inaugurazione: 7 marzo alle ore 16.00
Periodo: 7 marzo - 26 aprile 2020
Orari: dal martedì alla domenica 9.00 -13.00 / 15.30 - 18.00
Chiuso il Lunedì
Rocca di Vignola, Piazza dei Contrari, 4, Vignola (Modena) 
tel. 059.775246

In collaborazione con
Wunderkammer associazione culturale
Assicurazioni
AGE Broker

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 March al 30 June 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 December 2019 al 13 April 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 December 2019 al 6 June 2020
    • Galleria Bper Banca

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento