Lino guanciale debutta alla regia con "Nozze", prima assoluta alle Passioni

Artista di casa in ERT, premio Ubu 2018 come miglior attore e premio ANCT 2018 per la sua interpretazione ne La classe operaia va in paradiso, Lino Guanciale approda per la prima volta alla regia, portando in scena per Emilia Romagna Teatro Fondazione Nozze di Elias Canetti. Lo scrittore, premio Nobel per la Letteratura nel 1981, ha segnato profondamente il Novecento con la sua voce: «Per i suoi lavori caratterizzati da un’ampia prospettiva, ricchezza di idee e potere artistico», recita così la motivazione che ha accompagnato il premio.

Nozze debutta in prima assoluta sabato 7 dicembre al Teatro delle Passioni di Modena dove resterà in scena fino a domenica 15.

Lino Guanciale si confronta con il primo testo teatrale di Canetti scritto di getto nel 1931, appena terminato il grande romanzo Auto da fé, e dirige gli attori diplomati alla Scuola Iolanda Gazzerro di ERT Fondazione Rocco Ancarola, Gabriele Anzaldi, Simone Baroni, Oreste Campagner, Giulio Germano Cervi, Brigida Cesareo, Elena Natucci, Marica Nicolai, Martina Tinnirello, Cristiana Tramparulo, Giulia Trivero, Massimo Vazzana, in scena anche ne La commedia della vanità con la regia di Claudio Longhi.

Nozze è ambientato all’interno di un condominio abitato da personaggi carichi di cupidigia e smania di possesso, sia erotico che materiale, come sottolinea lo stesso Guanciale: «Canetti punta il dito sul bassissimo orizzonte ideale delle magnifiche e progressive sorti e aspettative del mondo borghese, una realtà involuta la cui ossessione per il possesso come rifugio identitario condanna donne e uomini a un regresso valoriale irreversibile, il cui unico approdo sicuro è la catastrofe. Una grande lezione sulle conseguenze tragiche dell'estremismo conservatore, generatore di clausure mentali oltre che fisiche».

Durante il matrimonio fra Christa e Michel, festeggiato all’interno del palazzo, Canetti fotografa con la sua tipica causticità i vizi, le ossessioni e le paure dei personaggi, finché la casa minaccia di crollare improvvisamente.

Dietro al grottesco e apocalittico narrare delle basse bramosie da condominio, intriso di eros perverso e vorticoso, Canetti prefigura in Nozze la folle catastrofe dell’Europa nera dei nazionalismi tra le due guerre mondiali.

Stagione 2019/2020
Teatro delle Passioni
Viale Carlo Sigonio 382, Modena
dal 7 al 15 dicembre 2019
sabato 7, domenica 8 e da martedì a venerdì ore 21.00
sabato 14 ore 20.00
domenica 15 ore 17.00
Nozze
di Elias Canetti
traduzione Bianca Zagari
regia Lino Guanciale
scenografia a cura del Laboratorio di Emilia Romagna Teatro Fondazione
costumi Gianluca Sbicca
luci Tommaso Checcucci
assistente alla regia Luca D’Arrigo
dramaturg Lino Guanciale e Luca D’Arrigo
con Rocco Ancarola (Peter Hell, Rosig), Gabriele Anzaldi (Michel),
Simone Baroni (Pappagallo, Horch), Oreste Leone Campagner (Kokosch, Segenreich),
Giulio Germano Cervi (Thut, Gall), Brigida Cesareo (Toni Gilz), Elena Natucci (Anita),
Marica Nicolai (La Gilz e Johanna), Martina Tinnirello (Gretchen. Christa Segenreich),
Cristiana Tramparulo (Leni, Pepi Kokosh),
Giulia Trivero (La vecchia, Monika Gall), Massimo Vazzana (Max, Bock)
direttore tecnico Robert John Resteghini
direttore di scena Sergio Puzzo
capo elettricista Nicolò Fornasini
sarta Cristina Carbone
costruzione scene Laboratorio di Emilia Romagna Teatro Fondazione
responsabile e capo costruttore Gioacchino Gramolini
macchinisti costruttori Riccardo Betti, Marco Fieni, Sergio Puzzo
scenografi decoratori Ludovica Sitti (capo), Lucia Bramati, Sarah Menichini, Benedetta Monetti, Rebecca Zavattoni
campionatura audio Alberto Tranchida per Associazione culturale microBo
grafica Marco Smacchia
foto di scena Serena Pea
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione
si ringraziano Giovanni Zagari e Giovanna Cermelli
si ringrazia Rossana Gea Cavallo
 nell’ambito del progetto “Elias Canetti. Il secolo preso alla gola”
prima assoluta
durata 1 ora e 30 minuti
Tournée 2019/2020
debutto dal 7 al 15 dicembre 2019, Teatro delle Passioni – Modena
dal 17 al 22 dicembre 2019, Teatro Arena del Sole | Sala Thierry Salmon – Bologna
Maratona La commedia della vanità e Nozze:

Il debutto di Nozze, insieme a La commedia della vanità per la regia di Claudio Longhi (in scena fino all’8 dicembre al Teatro Storchi), segna idealmente la conclusione del progetto Elias Canetti. Il secolo preso alla gola che il Teatro Nazionale dell’Emilia-Romagna ha dedicato dall’inizio dell’anno alla figura e all’opera dell’autore.

Nella piena assunzione delle proprie responsabilità formative che sono parte integrante della sua identità, ERT coinvolge gli ex allievi della Scuola Iolanda Gazzerro in entrambe le produzioni. E in coerenza con questa scelta, sabato 7 e domenica 8 dicembre sarà possibile assistere ai due spettacoli in forma di maratona: La commedia della vanità alle ore 15.30 al Teatro Storchi e Nozze alle ore 21.00 al Teatro delle Passioni.

Informazioni e prenotazioni:
Prezzi dei biglietti € 13 / 6,50
Biglietteria Teatro Storchi - Largo Garibaldi 15, Modena
Orari apertura al pubblico: martedì, venerdì e sabato ore 10 - 13 e dalle 16.30 -19 – mercoledì e giovedì ore 10-14
biglietteria@emiliaromagnateatro.com | modena.emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.it
Biglietteria telefonica – tel. 059 2136021
Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "A la Dmanga dap mezdé", rassegna di spettacoli dialettali a Castelnuovo

    • dal 12 gennaio al 2 febbraio 2020
    • Circolo Arci Ex-Stazione
  • Allo Storchi "Ditegli sempre di sì" di Eduardo De Filippo con la regia di Roberto Andò

    • dal 23 al 26 gennaio 2020
    • Teatro Storchi

I più visti

  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Piccoli Tesori di Latta", inaugura nella Chiesa di San Carlo la mostra di giochi d'epoca

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Chiesa di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento