Trasparenze Stagione, sette appuntamenti tra musica, teatro, circo contemporaneo, danza e progetti socio-culturali

La seconda edizione di Trasparenze Stagione inizia con il concerto di un'artista internazionale, la pianista e cantante Clarice Assad, martedì 16 ottobre alle ore 21.00 al Teatro dei Segni di Modena (Biglietto 10 euro; 5 euro per under 25). La rassegna è organizzata da Teatro dei Venti e ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare, con il patrocinio del Comune di Modena e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Sono sette gli appuntamenti in programma, con altrettanti artisti italiani e internazionali, sette visioni diverse sul teatro, la danza, il circo contemporaneo e progetti di rilevanza socio-culturale. L'apertura è affidata al talento di Clarice Assad (16 ottobre), artista versatile, apprezzata pianista, produttrice e musicista jazz con un prezioso talento per l’improvvisazione scat e un’ampia varietà di stili.

Si prosegue venerdì 23 novembre con il circo contemporaneo e la compagnia belga Scie du Bourgeon che presenta lo spettacolo “Innocence”, con Elsa Bouchez e Philippe Droz, coreografia di Dominique Dusynski, la storia di una donna, madre, insegnante di piano che, come in un quadro di Chagall parte dalla realtà, per arrivare alla fantasia e all’immaginario. Lo spettacolo arriva al Teatro dei Segni nell'ambito del progetto “Bruxelles en piste” promosso da Fondazione Piemonte dal Vivo e da ATER Circuito Regionale Multidisciplinare per far conoscere il circo contemporaneo belga al pubblico italiano.

Venerdì 21 e sabato 22 dicembre il Teatro dei Venti, con gli attori detenuti del Carcere di Modena e del Carcere di Castelfranco, portano in scena il primo studio su “Padri e Figli”, regia di Stefano Tè. Il lavoro sarà presentato al pubblico dopo una residenza artistica di venti giorni, in collaborazione con il Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna. Questo evento si terrà presso LA TORRE nuovo spazio performativo nuovo spazio performativo all’interno del Centro Musica_71MusicHub in via Morandi 71.

Domenica 20 gennaio alle ore 17.00 la compagnia Arte e Salute Onlus e La Baracca / Testoni Ragazzi porterà al Teatro dei Segni “In cerca di Alice”, spettacolo per bambini e famiglie, Con Luca Alberghini, Stefano Cittadino, Anna Corsini, Cristina Nuvoli, Elisa Pedretti, Marco Russo; autrici Valeria Frabetti e Daniela Micioni; regia Valeria Frabetti e Daniela Micioni. Nell'ambito del progetto Teatro e Salute Mentale in collaborazione con Regione Emilia Romagna, Dipartimento di Salute Mentale dell’AUSL di Bologna.

Venerdì 1 febbraio la compagnia livornese Pilar Ternera sarà al Teatro dei Segni con “Scene di Libertà”, che porta in scena per la prima volta in Italia il testo del giovane autore tedesco Jan Friedrich, la storia di 5 ventenni che cercano una via di fuga da un modo che li vuole responsabili. Con Giulia Gallone, Gloria Carovana, Giacomo Masoni, Marco Fiorentini, Saverio Ottino; Regia Francesco Cortoni; Assistente alla regia Elena De Carolis; traduzione Serena Grazzini e Francesca Leotta.

Venerdì 29 marzo alle ore 21.00 arriva la danza con lo spettacolo “Esemplari Femminili” di Fattoria Vittadini, con Francesca Penzo, Tamar Grosz, Rita Mazza; concept e coreografia Francesca Penzo e Tamar Grosz; con il sostegno di NEXT ed.2018/2019, progetto di Regione Lombardia. Attraverso la metafora documentaristica, due “Esemplari Femminili” si fanno osservare e svelano le dinamiche proprie di un mondo che abitano quotidianamente. La loro è una dichiarazione di femminilità ed esistenza, una primavera annunciata nel loro essere donne. Dopo un inizio scanzonato ed esuberante, lo sguardo si fa più intimo e riflessivo, in una tensione fisica ed emotiva che atterra in un paesaggio onirico.

L'ultimo appuntamento della Stagione sarà venerdì 5 aprile, con lo spettacolo “Schianto” della compagnia Oyes, ideazione e regia Stefano Cordella, con Francesca Gemma, Dario Merlini, Umberto Terruso, Fabio Zulli. Una serie di incidenti reali e metaforici porterà i quattro protagonisti a condividere ansie, paure e quel che resta dei sogni nell’epoca della disillusione. La storia è un pretesto per far esplodere i rapporti tra i personaggi ed esplorare l’abisso del desiderio contemporaneo, un viaggio surreale nell'inconscio di una generazione. Anche questo spettacolo è realizzato con il sostegno di NEXT ed.2018/2019, progetto di Regione Lombardia.

Tutti gli eventi saranno seguiti da un incontro con gli spettatori coordinato dalla Konsulta, progetto di formazione del pubblico attivo dalla prima edizione di Trasparenze. 

Tutti gli spettacoli e gli incontri si svolgeranno al Teatro dei Segni (Via San Giovanni Bosco, 150 – Modena) tranne lo studio “Padri e Figli” che andrà in scena presso LA TORRE (Via Morandi, 71 – Modena).

Info e prenotazioni: 345 6018277 - biglietteria@trasparenzefestival.it. Per seguire tutta la Stagione è possibile acquistare l'ABBONAMENTO consultando il sito www.trasparenzefestival.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Trasparenze Stagione, sette appuntamenti tra musica, teatro, circo contemporaneo, danza e progetti socio-culturali

    • dal 16 ottobre 2018 al 5 aprile 2019
    • Teatro dei segni
  • "Afghanistan: Enduring Freedom" al Teatro delle Passioni di Modena

    • dal 4 al 16 dicembre 2018
    • Teatro delle Passioni
  • "Uno nessuno centomila" il connubio Lo Verso-Pizzi approda a Modena

    • 17 dicembre 2018
    • Teatro Michelangelo

I più visti

  • "La cattedrale immaginata", un progetto di street art a Modena

    • Gratis
    • dal 25 gennaio al 31 dicembre 2018
    • Rosso Tiepido
  • Corso teorico-pratico: Psicologia dell’autoconoscenza, meditazione, antropologia

    • Gratis
    • dal 20 settembre al 20 dicembre 2018
    • Centro Studi dell'Autoconoscenza
  • A settembre riprendono le visite guidate di Free Walking Tour

    • dal 9 settembre al 13 dicembre 2018
    • Centro Storico
  • "Meravigliose avventure". I viaggi tra il 1.400 e il 1.800 alla Galleria Estense

    • dal 21 settembre 2018 al 6 gennaio 2019
    • Galleria Estense
Torna su
ModenaToday è in caricamento