Elezioni Modena 2014, i risultati definitivi in provincia

Il centrosinistra si impone pressoché ovunque, crollo del centrodestra, delusione per il Movimento 5 stelle che manca il salto di qualità. Ballottaggio per domenica 8 maggio nei comuni di Sassuolo e Vignola

Voto alle elezioni comunali

Lama Mocogno, Montecreto, Montese e Pievepelago sono stati i primi comuni della provincia di Modena a proclamare i nuovi sindaci. A Lama, dove il centrosinistra correva solitario, vince Fabio Canovi (lista civica - la Scalinata). A Montecreto, Leandro Bonucchi (lista civica di centrosinistra) sconfigge il sindaco uscente Maurizio Canovi con un perentorio 60%, mentre a Montese Luciano Mazza trionfa con l'82%. A Pievepelago viene riconfermato Corrado Ferroni (lista civica Uniti per il futuro) con il 52% dei consensi.

I CENTRI PIU' GRANDI - A Carpi, Alberto Bellelli (coalizione di centrosinistra) viaggia sicuro verso la vittoria al primo turno con il 56% di consensi. Seconda classificata la lista M5s che, come sindaco, candidava Eros Andrea Gaddi: 14% la quota raggiunta dai grillini. Sfiora il 12% la lista Carpi Futura di Giorgio Verrini, 11% per il forzista Roberto Benatti, 4% per la coalizione Ncd-FdI di Cristian Rostovi, 2% per Sara Rovatti di Carpi Futura. Ci sarà bisogno del ballottaggio a Vignola per decidere chi sarà il successore di Daria Denti: a confrontarsi domenica 8 giugno saranno il democratico Giancarlo Gasparini (44%) e il civico Mauro Smeraldi (34%). Risultato deludente per Nadia Piseddu (m5s) con solo il 10%, tracollo per il centrodestra con il forzista Piergiovanni Magnani al 6% e il civico Antonio Guarro al 4%. Ballottaggio anche a Sassuolo: ​il democratico Claudio Pistoni si ferma al 45%, il sindaco uscente Caselli al 32% con la sua coalizione di centrodestra. Erio Huller, con il M5s, ottiene il 10%, il centrista Barbieri l'8%, 2% per la civica Franca Cerverizzo, ultimo Ivano Piccinini con l'1,59% di "Conto anch'io Sassuolo". Nella Bassa colpita dal terremoto, il sindaco Maino Benatti stacca il biglietto per il secondo mandato a Mirandola forte del 61% di consensi tra gli aventi diritto. Secondo il candidato di centrodestra Antonio PLatis (17%), terzi i grillini di Nunzio Tinchelli (12%), quarto il leghista Guglielmo Golinelli con il 9%. Dopo delle interminabili operazioni di conteggio, Castelfranco Emilia ha riconfermato il dem Stefano Reggianini con il 52% dei consensi. Secondi i grillini di Antonella Franchini (16%), terzo il centrodestra di Giovanni Gidari (13%), quarta la civica Silvia Santunione (11%), quinta la leghista Cristina Girotti Zirotti (6%).

Poco dopo le ore 16, viene ufficializzata l'elezione del nuovo sindaco di Guiglia: Monica Amici (lista civica Nel futuro al sicuro) vince con il 50,22%, staccando Iacopo Lagazzi (Insieme si cambia) fermo al 40% e Claudia Stefani (Guigliassieme) distanziata al 10%.

A pomeriggio inoltrato, il discorso è chiuso nella maggioranza dei centri modenesi. A Bastiglia, il candidato di centrosinistra Francesca Silvestri vince con il 44% staccando Andrea Baraldi (Bastiglia Futura) fermo al 24%, Antonio Gigante del M5s ancorato al 18%, Antonio Spica (Bastìa) ultimo con l'11%. A Bomporto si impone il democratico Alberto Borghi con il 71% annichilendo i rivali TIziano Cipriani del M5s (18%) e il civico Roberto Bevini (9%). Successo per il centrosinistra anche a Campogalliano dove Paola Guerzoni vince con il 46%: lontani gli avversari con Marco Rubbiani (centrodestra) al 23%, Luca Moscatti (Futuro per Campogalliano) al 18 e Alfonso Cammarata (FI-FdI) al 12%. Vittoria al fotofinish per Lisa Luppi a Cavezzo: 44% contro il 43% del rivale Stefano Venturini, mentre i grillini di Nicoletta Magnoni rimangono al 12%. A Fanano, il dem Stefano Muzzarelli, nipote del più noto Giancarlo candidato a Modena, vince con il 52% contro l'avversaria di centrodestra Paola Gaetana Pasquali (47%). A Fiumalbo, Mirto Campi, candidato di ValoreComune beffa in volata il civico Alessio Nizzi: 51% contro 49% il risultato definitivo. A Frassinoro, il civico Elio Pierazzi ottiene il 57%, contro Gustavo Silvestri (La mia terra) fermo al 41%, terzo il forzanovista Mario Bellucci con il 2%. A Marano sul Panaro si impone il sindaco uscente Emilia Muratori (centrosinistra) con un solido 65% contro il civico Gianni Manzini (34%).

Medolla: Filippo Molinari (centrosinistra) vince facile con l'83% sul civico Matteo Botti (17%). A Prignano sulla Secchia, Valter Canali vince con il 61%. A Ravarino, la candidata di centrosinistra Maurizia Rebecchi porta a casa un bel 62% contro il grillino Daniele Zironi (22%) e il leghista Giorgio Bocca (14%). In montagna, a Riolunato, Daniela Contri (Viviamorio) ottiene il 57% dei consensi contro la civica Luisa Maria Amidei. A San Cesario, Gianfranco Gozzoli (Per San Cesario) ottiene il 65% contro gli avversari Luciano Rosi (centrodestra) e la civica Sabina Piccinini, entrambi fermi al 17%. A San Prospero, Sauro Borghi (centrosinistra), raccoglie il 45%, consenso sufficiente per avere ragione su Alessandro Ascari (Finalmente san Prospero) fermo al 38%. Terzo il grillino Giuseppe Balletta con il 16%. A Savignano sul Panaro ottiene la riconferma l'uscente Germano Caroli (53%) contro il democratico Walter Venturelli (46%).

Spilamberto: il dem Umberto Costantini vince con il 60% lasciando le briciole agli avversari: Maurizio Forte (centrodestra) si attesta al 17%, la grillina Lorella Anderlini al 16%, Mirella Spadini (sinistra) al 7%. Castelvetro di Modena: il candidato di centrosinistra Franceschini ha la maggioranza assoluta (51%), sconfitti il grillino Gianaroli (23%), la forzista Nocetti (12%) e l'ex sindaco Montanari (12%). Nella Bassa, a San Possidonio il candidato di centrosinistra Rudi Ascari trionfa con l'84%, solo il 16% per l'avversario Fabrizio Locatelli. A San Felice ottiene il pass per il secondo mandato Alberto Silvestri (Pd) con il 63% dei consensdi. Sconfitti la civica Lorenza Silvestri (21%), Massimiliano Fortini (m5s, 13%), Emanuele Coviello (sinistra, 3%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Concordia sulla Secchia, il democratico Luca Prandini vince con il 66%, distanziando la civica Giuliana Ribaldi (25%) e il civico Flavio Viani (8%). Nel distretto ceramico, a Formigine la democratica Maria Costi vince con il 60%, secondo Paolo Bigliardi (centrodestra) con il 23%, terzo Rocco Cipriano (M5s) con il 16%.  A pochi chilometri di distanza, a Fiorano Modenese per la precisione, il democratico Francesco Tosi vince con il 70%, secondo il grillino Giuseppe Amici (20%), terzo il forzista Pantelis Assimakis (10%). Nonantola: la democratica Federica Nannetti vince con il 65%, secondo il civico Giorgio Ferri (18%), terzo il forzista Matteo Malaguti (11%), quarto Gianluca Panzetti (Prc). A Soliera, il candidato di centrosinistra Roberto Solomita fa il pieno di consensi con il 64%. Staccati il grillino Bruno Bergonzini (18%) e la forzista Giovanna Zironi (18%). A Maranello, il democratico Massimiliano Morini vince al primo turno con il 55%, sconfitto il candidato di centrodestra Luca Barbolini (23%), terzi i grillini di Matteo Cursio (20%), solo il 2% per il civico Paolo Boi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento