Elezioni Modena, Flavio Novara guida la lista "L'altra Modena"

Rifondazione comunista e movimenti referendari per l'acqua si pongono in alternativa alla coalizione di centrosinistra: "Sel? A giudicare dai compagni di viaggio che si sono scelti, il loro obiettivo è solamente la sopravvivenza"

Flavio Novara

Rinasce la sinistra di area Rifondazione comunista a Modena. Con una lista civica, ma dalla forte connotazione politica, che ne ha per tutti. Muzzarelli perche' "non e' il vero cambiamento", e Sel perche' "con l'entrata in coalizione ha dimostrato di avere come vero obiettivo solo la rappresentanza". Si chiama "L'altra Modena, la sinistra in comune" la lista civica che candida giovani, anziani e immigrati e che vede candidato sindaco Flavio Novara, milanese di origine, 48 anni, lavoratore in un'azienda tecnologica in ambito agricolo.

Mettono al centro del programma "una nuova sintonia con i cittadini da creare attraverso una vera parteciazione", il rispetto per l'ambiente, il "tentativo di ridurre l'inquinamento dell'aria", il "principio che l'acqua è e deve rimanere un bene comune". E rifiutano la "logica dei costi", applicata come unico metro di valutazione ai servizi sociali e sanitari. Ma soprattutto si pongono come una vera alternativa a sinistra del Pd "che, con Muzzarelli candidato non rappresenta un vero cambiamento", per Modena.

Pesante il giudizio di Novara anche sulle scelte di Sel: "In politica un conto è dire, un conto è fare- spiega Varese- leggendo il programma di Sel certamente non si puè essere che d'accordo", ma poi "quando come compagno di viaggio ti scegli il rappresentante del mattone a Modena, il rappresentante della Lega Cooperative e colui che ha contribuito a sviluppare la città solo in nome di profitti a breve termine", è evidente "che gli obiettivi sono diversi", e sono "la sopravvivenza, la rappresentanza e non altro".

Prima della decisione di Sel di entrare in coalizione "abbiamo tentato di unire le forze di sinistra in un'unica lista, ma non ci siamo riusciti", continua Novara, perche' "Sel è, era, e sarà continuamente schiacciata nel rapporto con il Pd", mentre Adriana Querzè si è sempre definita "all'interno di un sistema di centrosinistra". Inoltre, quando nel momento delle primarie Querze' ha dato "una precisa indicazione di voto chiedendo di votare Muzzarelli - conclude Novara- a nostro avviso ha rivelato i veri obiettivi del suo posizionamento".

(Fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento