Cinque assessori a Mirandola, definita la nuova giunta di centrodestra

Il sindaco Greco ha nominato i suoi collaboratori per dare il via alla prima amministrazione non di sinistra nella sotria del paese. Tre donne e due uomnini accanto al primo cittadino

Oggi lunedì 24 giugno la nuova giunta Mirandolese del neoletto sindaco Alberto Greco si è presentata ai cittadini e alla stampa, con l’accettazione ufficiale della nomina. "I nuovi assessori, tre donne e due uomini, sono stati selezionati e fortemente sostenuti per le loro competenze, il loro percorso professionale e la loro passione civile - spiega il primo cittadino - Si tratta di volti nuovi con un curriculum personale e lavorativo di tutto rispetto, ma che soprattutto sono desiderosi di iniziare a lavorare per la città con passione e dedizione. Le nomine sono state condivise con le forze di maggioranza e guardano al futuro, ai prossimi 5 anni di governo e oltre. Il programma è ambizioso ed impegnativo: ci metteremo tutti noi stessi per realizzarlo, per il bene e il futuro di Mirandola che tutti noi abbiamo a cuore".

Al Sindaco, oltre alle competenze non conferite agli Assessori, sono attribuite le seguenti deleghe: Sport, Volontariato, Agricoltura, Ambiente, Identità Locale e Personale. Questi gli assessori:

Letizia Budri ViceSindaco e Assessore alla Qualità Urbana, Ricostruzione e Sviluppo sostenibile. Deleghe: Lavori Pubblici, Edilizia Urbanistica e Territorio. Anni 34, coniugata, madre di una figlia, Laurea magistrale in Architettura, abilitata all'esercizio dell’attività professionale, Responsabile Appalti ed Impianti Lapam Confartigianato. Da sempre appassionata di storia locale

Antonella Canossa Assessore alle Politiche Sociali, Salute, Diritti e Mobilità. Deleghe: Sanità, Viabilità, Servizi Sociali, servizi Demografici e Pari Opportunità. Anni 50, Laurea in Ingegneria Civile Trasporti, iscritta all'Ordine degli Ingegneri di Modena, Master in Amministrazione, Finanza e Controllo di Gestione, Master in Economia e Politica Sanitaria, Project manager certificato PMP, Dirigente di pubblica Amministrazione

Giuseppe Forte (Nominato dal Sindaco su proposta di Forza Italia) Assessore alle Politiche Economiche e Benessere Sociale. Deleghe: Bilancio, Tributi, Patrimonio, Gare e Contratti, Comunicazione, Sicurezza, Politiche Giovanili per la Famiglia e le Disabilità. Anni 47, coniugato, padre di due figli, Laurea in Economia e Commercio, Sovrintendente capo della Guardia di Finanza. Attivo nella realtà del volontariato locale

Marina Marchi Assessore alla Cultura e Innovazione. Deleghe: Istruzione, Cultura, Turismo, Start-up e Innovazione. Anni 53, coniugata, madre di tre figli, Laurea in Lettere classiche, specializzazione in Archeologia medioevale, già iscritta all'ordine dei giornalisti pubblicisti, Master in Management per le scuole dell’autonomia, Docente presso il Liceo Pico e organizzatrice di scambi culturali con l’estero

Fabrizio Gandolfi (nominato dal Sindaco su proposta della Lista Civica Prima Mirandola) Assessore allo Sviluppo del Territorio. Deleghe: Semplificazione, Sviluppo Economico, Commercio Centro Storico, Frazioni, Promozione del Territorio.Anni 45, coniugato, padre di due figli, risiede in frazione, Perito Elettronico, titolare d’azienda nel settore del commercio di macchinari industriali del settore maglieria e lavanderia. Da sempre sponsor di attività sportive

Potrebbe interessarti

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • I 5 parchi naturali più belli della provincia di Modena

  • Dove fare barbeque e pic-nic nei parchi della provincia di Modena

  • Calo di energia durante il giorno ? Dagli USA arriva il Metodo Power Nap

I più letti della settimana

  • Deceduta in ospedale la donna investita da un'auto ieri a Carpi

  • Auto finisce fuori strada e prende fuoco, morto il conducente

  • Uccisa con un coltello dal marito, un dramma della malattia in via Alassio

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • Fuori strada con la moto, 29enne muore sulla Canaletto

  • Fugge alla Polstrada per chilometri, bloccata in mezzo alla rotatoria di Baggiovara

Torna su
ModenaToday è in caricamento