Forza Italia mette all'indice i libri "gender" per bambini nelle bibliotehce modenesi

Il consigliere provinciale Antonio Platis (FI) ha stilato un elenco dei volumi "inciminati", accusando di discriminazione "al contrario" le amministrazioni locali

Dopo che l'ex parlamentare Luxuria in una classe di under 13 e durante il programma Rai "Alla lavagna" ha riportato al centro il dibattito sul gender, il consigliere provinciale di Forza Italia Antonio Platis ha condotto una piccola ricerca sul sistema bibliotecario modenese, individuando tutti quei volumi che trattano il tema da diversi punti di vista.

“Dobbiamo condannare – dichiara Platis – la scelta di molte amministrazioni che hanno acquistato libri per bambini che, in modo inequivocabile, propagandano le scelte “gender” ai più piccoli. Sfogliando il catalogo delle biblioteche modenesi abbiamo scoperto che sono numerosi i volumi, tutti dedicati ai bambini più piccoli, che raccontano le storie di famiglie arcobaleno, di bambini con 2 mamme o 2 papà. Può piacere o non piacere, ma la realtà delle cose è chiara: di mamme e di papà ce ne è sempre solo uno".

"Tanti i titoli incriminati disponibili nelle varie biblioteche della provincia, da Mirandola alla montagna, passando per la fornitissima Modena: “Stella, babbo e papà”, “Il segreto di papà”, “Piccola storia di una famiglia … perché hai due mamme?”. Sfogliando i libri la percezione è chiara ed il modello di riferimento non è di certo la famiglia naturale. “Perché hai due mamme” racconta infatti la storia di due donne, Meri e Franci, “che si amavano, proprio come un uomo e una donna, e volevano avere una famiglia”. L’età di lettura consigliata dalle biblioteche modenesi è per i bimbi di 6 anni. Per quelli di 5 è invece consigliata la storia di Stella alle prese con la festa della mamma a scuola ed il problema di trovarsi con due papà.

“Perché le Amministrazioni comunali scelgono questi libri? A quanto ammontano le spese per questo genere di testi?” Sono questi alcuni degli interrogativi che il consigliere provincia di Fi Antonio Platis avanza assieme al sospetto di una vera e propria discriminazione al ‘contrario’.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non pagano il pranzo e al matrimonio arrivano i Carabinieri: "Le buste non bastano"

  • Podista investito e ucciso, tragedia alla periferia di Carpi

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Scontro sulla rotatoria di strada Gherbella, due feriti e traffico a rilento

  • Ruba un telefono e lo nasconde nelle mutande, arrestato al GrandEmilia

Torna su
ModenaToday è in caricamento