PdL e Lega: "Pighi usa i soldi pubblici per sparlare del Governo"

Non si sa bene se sia più una questione di principio o una questione di diritto, fatto sta che l'opposizione bacchetta il Sindaco per aver proposto di dibattere in Consiglio comunale sulla Manovra

L'ANTEFATTO - Questa mattina alla riunione dei Capigruppo il Presidente Caterina Liotti ha presentato la richiesta del Sindaco di mettere in discussione al prossimo Consiglio comunale la Manovra del Governo appena approvata dal Parlamento. Giorgio Pighi, come tanti suoi colleghi, si sta dando da fare in modo attivo ma finora non molto efficacie contro questa Manovra: uno degli argomenti più utilizzati nella lotta è la totale apartiticità della stessa.

IL FATTO - "Il Sindaco dimostra ancora una volta di essere di parte - afferma Adolfo Morandi del PdL -, dimenticando che viceversa il suo ruolo istituzionale gli impone di essere il rappresentante di tutti i cittadini, anche di quelli che non la pensano come lui e come il PD, e che soprattutto non lo hanno votato". "La discussione non è da fare - ha detto Stefano Barberini della Lega Nord - perché la manovra è già stata approvata, il parere di Modena quindi ha effetti nulli e poi Pighi vuole usare soldi pubblici per sparlare contro il governo". Secondo i due dell'opposizione il Sindaco, piuttosto che trattare di questi argomenti in una sede così inopportuna come il Comune spendendo i soldi dei cittadini, dovrebbe piuttosto organizzare serate ad hoc per dibattere con chi abbia la sua stessa convinzione; nulla di più utile. Certo è che Barberini non può dire di non essere coerente nei suoi comportamenti: trova talmente 'démodé' e poco rispettoso per i soldi pubblici dibattere in Consiglio comunale che ha adottato oggi stesso la tattica di chiedere la parola per poi stare in silenzio.

L'INTERROGATIVO - Siamo sicuri che serva davvero il Consiglio comunale quando i capigruppo si rifiutano di andare in quella sede a parlare di politica; quando gli stessi che lo compongono propongono agli 'avversari' di ritrovarsi a decidere il da farsi altrove, rinunciando anche al diritto di replica; quando un'assemblea pubblica su una piscina risulta ben più civile e interessante?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento