Parcheggi, Pdl: "Piano sosta? Piano per far morire la città"

Roberto Ricco e Rosanna Righini durissimi contro il nuovo piano della sosta che entrerà in vigore il 21 luglio: "I modenesi pagheranno caro il posteggio e l'Amministrazione regalerà i loro soldi a Modena Parcheggi

Roberto Ricco, presidente circoscrizione centro storico

Dopo quasi 5 anni di incubazione, il piano sosta voluto dal Comune di Modena entrerà in vigore il prossimo 21 luglio, un piano, secondo il Pdl modenese, finalizzato a dare il colpo di grazia alle magre finanze dei modenesi. Questo il pensiero reso noto stamane dal presidente della circoscrizione centro storico Roberto Ricco e da Rosanna Righini, dirigente provinciale del PdL responsabile del Centro Storico. Quella della sosta sarà una manovra di grande portata che riguarderà le oltre 70mila persone che giornalmente accedono, per diversi motivi, alle attività del centro cittadino”.

CONSEGUENZE - Secondo Rosanna Righini, il piano sosta porterà a "Un fenomeno a cascata che danneggerà in primo luogo i comuni cittadini, costretti a sostare nelle strisce blu, laddove prima si poteva parcheggiare gratuitamente, e in seconda battuta i commercianti, penalizzati dal calo degli afflussi e dalle difficoltà logistiche ad effettuare acquisti tra le vie storiche della città. Se questo ecosistema dovesse venir meno, non basterebbero certo i servizi e le manifestazioni culturali a frenare il declino e il degrado del centro storico. Il piano dell'Amministrazione comunale, qualora si completasse con la prevista pedonalizzazione di Piazza Roma – conclude Rosanna Righini – sarebbe il colpo di grazia ad una creatura già vessata e svilita”.

COSTI PER IL CITTADINO - Il presidente di circoscrizione Roberto Ricco ha presentato il conto di ciò che sarà l'espansione delle linee blu: "L'allargamento spregiudicato delle aree a pagamento - ha spiegato Roberto Ricco - insieme con la costruzione del Novi Park, andranno a toccare le tasche di tantissime categorie. Non si pensi banalmente che a farne le spese saranno solo i comuni cittadini che vorranno recarsi in centro, ma si pensi piuttosto ad un'ampia fascia di residenti, sia quelli “entro le mura”, sia quelli dei nuovi “margini esterni”, costretti a pagare per posteggiare sotto casa. Dai 35 ai 100 euro all'anno per ogni auto che vorrà sostare in centro, mentre 30 euro all'anno per poter posteggiare sotto casa, là dove prima non si pagava nulla, nei margini esterni come la zona di viale Barozzi, viale Reiter o viale Fabrizi, per citare solo i più densamente abitati. Ancor peggio, da un punto di vista economico, andrà ai lavoratori, cioè chi quotidianamente utilizza l'auto per recarsi verso il centro dalle periferie o dalla provincia: a loro sarà chiesto di sborsare dai 200 agli 800 euro all'anno. Stessa sorte per centinaia di studenti universitari, per i quali il “miniticket” proposto dal comune avrà un peso percentualmente più significativo, con buona pace del diritto allo studio”.

MODENA PARCHEGGI - "I cittadini che svuoteranno i loro portamonete nei parchimetri - hanno infine ricordato Ricco e Righini - andranno infatti a finanziare direttamente il soggetto privato Modena Parcheggi, a cui il comune devolverà i proventi delle strisce blu per i prossimi 40 anni. Un mancato introito di circa 2 milioni l'anno cui l'Amministrazione ha rinunciato deliberatamente in favore della cordata di imprese che si è aggiudicata l'appalto del Novi Park. Una scelta senza logica apparente, in un periodo di crisi in cui il bilancio piange miseria. Così, oltre al danno economico, anche la beffa di veder sparire i soldi pubblici, che potrebbero essere utilizzati per la manutenzione delle infrastrutture o per i servizi”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di giacomo
    giacomo

    il centro fa pena..è inutile cercare di renderlo vivo..se i modenesi lavorano sempre non lo utilizzeranno mai..perciò strisce blu o meno il centro non si riprenderà mai..

  • Avatar anonimo di giacomo
    giacomo

    il centro fa pena..è inutile cercare di renderlo vivo..se i modenesi lavorano sempre non lo utilizzeranno mai..perciò strisce blu o meno il centro non si riprenderà mai..

  • è giusto!!!!! i Modenesi non si interessano praticamente mai di quanto fa l'amministrazione così OLTRE ai parcheggi DOVRANNO pagare in aumenti di tasse, in perdita di servizi ecc... poichè il REGALO a Modena Parcheggi comporta una PERDITA DI ENTRATA nelle casse comunali che SI VEDRANNO COSTRETTI a compensare spremendo ulteriormente i cittadini e sfrangiando i servizi che già sono carenti. MODENESE ...BEN TI STA e mi raccomando continua a votarli

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Trovato morto nell'auto in un campo, giallo alla periferia della città

  • Cronaca

    Furti con la “tecnica dell’abbraccio”, prese due giovanissime nomadi

  • Politica

    Falde acquifere, via libera alla perforazione di tre nuovi pozzi a Cognento

  • Economia

    Accordo siglato, a gennaio 2017 nasce Confindustria Emilia

I più letti della settimana

  • Comuni senza più posti per i profughi, il Pd spinge per l'accoglienza in famiglia

  • Il Gigetto continua a restare al palo, polemiche dagli ambientalisti

  • Scuola: pranzo portato da casa, la Regione inizia lo studio

  • Passeggiate e volantinaggi notturni di Forza Nuova, il Pd non ci sta

  • Murales firmato Guernica al parco XXII Aprile: "I veri vandali sono targati Coop & Pd"

  • Parco della Creatività, ecco il bando per l'ex Amcm

Torna su
ModenaToday è in caricamento