Provincia, Udc: "Troppi 47 comuni, riduciamoli a 18 accorpandoli"

La proposta di Fabio Vicenzi, capogruppo in consiglio provinciale, porterebbe alla formazione di nuove entità amministrative come il Comune del Cimone, dei Castelli, delle Terre del Sorbara e l'annessione di Campogalliano a Modena

Fabio Vicenzi, Udc

Per l'Udc di Modena, 18 comuni possono bastare. I centristi modenesi stamattina hanno proposto una consistente riduzione delle entità amministrative sul suolo provinciale, passando dai 47 attuali a 18: il vecchio adagio “l'unione fa la forza” dimostra di essere quanto mai valido per fare fronte alle difficoltà poste dai tagli governativi e alla nuova manovra che ieri ha mandato su tutte le furie il sindaco di Modena Giorgio Pighi.

RISIKO - “Ci siamo divertiti a giocare a Risiko sul territorio provinciale” ha ironizzato Fabio Vicenzi, capogruppo Udc in consiglio provinciale, principale artefice di questa proposta da sottoporre, oltre a tutte le forze politiche, soprattutto all'attenzione del Partito Democratico: “Vogliamo vedere se il partito che governa la stragrande maggioranza dei comuni modenesi è disposto a confrontarsi su questo argomento – ha detto il consigliere – La formazione delle unioni comunali e l'accorpamento di servizi e polizie locali sono già un chiaro segnale della direzione intrapresa. La necessità di accorpare i comuni è conseguente alla necessità di meglio rispondere alle esigenze di cittadini, famiglie e imprese”.

MONTAGNA – Ingenera un involontario gioco di parole il Comune del Cimone, frutto dell'accorpamento di Fanano, Fiumalbo Montecreto, Pievepelago, Riolunato e Sestola, andrebbe a includere più di 11mila abitanti. L'Appennino, data la presenza di molti piccoli centri sparsi, non può che essere l'ambiente maggiormente interessato dagli accorpamenti: il Comune di Appennino Ovest che comprenderebbe Frassinoro, Montefiorino e Palagano; Appennino Est con Guiglia, Montese e Zocca. Con la nuova cartina fornita dall'Udc, Pavullo aumenterebbe la sua posizione di capoluogo della montagna “annettendo” Lama Mocogno e Polinago, mentre Serramazzoni convolerebbe a nozze con Prignano e formare Serra-Prignano.

PEDEMONTANA – Si concretizzerebbe l'Unione delle Terre dei Castelli con la formazione del Comune dei Castelli: questo dalla fusione di Spilamberto, Castelnuovo e Castelvetro giungendo a quota 42mila abitanti. Vignola, mantenendo la sua originale denominazione, ingloberebbe Savignano e Marano giungendo così a 39mila abitanti. La situazione di Sassuolo, Fiorano, Maranello e Formigine rimarrebbe identica a quella precedente.

PIANURA – Ciao ciao Campogalliano, per te si aprono le porte di Modena: con questa new entry nel territorio della Ghirlandina, il capoluogo di provincia raggiungerebbe i 193mila abitanti. Castelfranco annetterebbe San Cesario giungendo a 38mila abitanti mantenendo il suo nome, mentre Carpi estenderebbe il suo dominio alle vicine Novi e Soliera aumentando la sua posizione facendo sempre più concorrenza a Modena con ben 96mila abitanti. Lambrusco a fiumi per le Terre del Sorbara con la fusione di Bastiglia, Bomporto, Ravarino e Nonantola: 35mila abitanti per questa ipotetica unione.

BASSA – Senza aspettare la proposta dell'Udc, la fusione di Cavezzo, Medolla e San Prospero è già iniziata e giungerà il Comune di Bassa Centro da circa 20mila abitanti. La Bassa ovest verrà formata da Concordia, San Possidonio e Mirandola e sfiorerà i 38mila abitanti, mentre la Bassa est (San Felice, Camposanto e Finale Emilia) si attesterà sui 30mila.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

accorpamenti comuni-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento