Sindacati riallacciano il dialogo con SETA, revocato lo sciopero

Le Segreterie Regionali Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Faisa Cisal hanno incontrato il Presidente di SETA Vanni Bulgarelli e trovato un dialogo costruttivo: niente più stop per gli autobus il 6 novembre. Bulgarelli: “Soddisfatti, confronto aperto”

A seguito dell'incontro  tra le Organizzazioni Sindacali  e i nuovi vertici di Seta, il giorno 2 novembre 2015 le parti hanno sottoscritto un verbale che definisce l'avvio di un percorso di confronto sui temi oggetto della vertenza. Primo segno di apertura è sicuramente la revoca da parte di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa Cisal di revocare lo sciopero originariamente previsto per venerdì 6 novembre.

Nel corso dell'incontro l'Azienda ha informato le Organizzazioni Sindacali riguardo le linee di indirizzo del Piano Industriale di SETA 2015-2018, lo stato di finanziamento della Regione e degli Enti Locali per l'anno corrente ed i successivi, la sicurezza e la manutenzione dei mezzi ed un piano di assunzione del personale per garantire il servizio. Il Presidente di SETA ha smentito il documento per gestione del tpl nei bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza con gli Enti Locali che prevede la disdetta dei contratti aziendali integrativi vigenti nei singoli bacini. Si è concordato di definire un programma di incontri relativi alla puntuale definizione del Piano Industriale, in particolare riguardo ai trasferimenti del personale ed alla sicurezza; e l'avvio a breve termine di un incontro sul Premio di Risultato 2015. 

“Registriamo con soddisfazione la revoca dello sciopero aziendale previsto per domani, venerdì 6 novembre, da parte delle organizzazioni sindacali: il servizio sarà quindi svolto regolarmente in tutti i bacini provinciali serviti dall’azienda, garantendo così il diritto alla mobilità dei nostri utenti. Riteniamo questa decisione una scelta di responsabilità e concretezza, nonché una buona base di partenza per arrivare in tempi ragionevoli ad un accordo proficuo per tutte le parti in causa: azienda, lavoratori e cittadini”. Vanni Bulgarelli, Presidente di Seta, così commenta la scelta delle organizzazioni sindacali di revocare lo sciopero aziendale di 24 ore.
 
“Le relazioni industriali all’interno di Seta sono sempre state improntate secondo le normative di settore e nel rispetto dei rispettivi ruoli” sottolinea Bulgarelli. ”E’ mia ferma intenzione, e del Consiglio di Amministrazione che presiedo, proseguire in questo percorso e con questo metodo anche in futuro, avviando il confronto - anche con le altre sigle sindacali - sulla base del vigente Protocollo di intesa sulle relazioni industriali siglato nel 2013 e di altre analoghe intese. Alla luce del nuovo assetto societario, il confronto avverrà in accordo con gli Enti Locali proprietari dell’azienda e d’intesa con la Regione Emilia-Romagna, allo scopo di uniformare la contrattazione aziendale a princìpi di trasparenza e partecipazione”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento