Il riconteggio delle schede nulle premia il candidato leghista, ribaltone in vista nella Bassa?

Il senatore modenese Edoardo Patriarca, capogruppo Pd in Commissione Lavoro, relaziona sul lavoro della sottocommissione che da oltre un anno sta ricontando i voti. Ora è in vantaggio il leghista Corti

Importanti novità nella vicenda legata al seggio uninominale per il Senato nel collegio di Modena, assegnato a Edoardo Patriarca (Pd) dopo le elezioni del 4 marzo 2018 per soli 46 voti di vantaggio su Stefano Corti (Lega). La sottocommissione che si è occupata del riesame delle schede nulle del collegio senatoriale di Modena, su ricorso del leghista Stefano Corti, ha finito lo spoglio, assegnando alcune decine di voti allo stesso candidato leghista. Corti, almeno sulla base delle schede dubbie, avrebbe un vantaggio di una cinquantina di voti. Ora la sottocommissione dovrà relazionare alla Giunta delle elezioni del Senato, la quale avrà il compito di dare comunicazione ufficiale del risultato.

La procedura prevede, quindi, di procedere con un contraddittorio, ma il senatore modenese Edoardo Patriarca, capogruppo Pd in Commissione Lavoro, già annuncia che, giunti a questo punto, chiederà, in accordo con il Gruppo Pd al Senato, il riconteggio di tutte le schede del collegio.

"Siamo ancora, anche se a parti ribaltate, nella stessa situazione in cui ci trovammo, un anno fa, con alcune decine di voti di scarto tra i due candidati - commenta Patriarca - Dissi allora, più volte, che non solo era legittimo che Corti avesse fatto ricorso, ma che, nella stessa situazione, avrei fatto lo stesso. Altrettanto legittimo e ragionevole, quindi, che io, giunti a questo punto, chieda il riconteggio di tutte le schede del collegio senatoriale di Modena, non solo quelle che potevano risultare dubbie. Ora la sottocommissione dovrà relazionare alla Giunta delle elezioni del Senato, la quale avrà il compito di dare comunicazione ufficiale del risultato, poi si procederà al contradditorio tra le parti".

"In pieno accordo con il Gruppo Pd al Senato, che sta seguendo la vicenda sul fronte legale e politico, sto già interessando un gruppo di esperti per presentare richiesta di riconteggio di tutte le schede del collegio. Comprendo che anche un senatore in più sarebbe appetibile per questa maggioranza, visto che al Senato la compagine gialloverde è diventata più risicata dopo l’ingresso nel Gruppo misto di alcuni parlamentari 5stelle contrari alla politica attuata da questo Governo, ma la mia elezione è stata validata dalla Corte d’appello di Bologna e, quindi, in mancanza di decisioni superiori contrarie, continuo nel mio lavoro in Commissione, in Aula e sul territorio al servizio della nostra comunità", chiosa l'esponente democratico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non pagano il pranzo e al matrimonio arrivano i Carabinieri: "Le buste non bastano"

  • Podista investito e ucciso, tragedia alla periferia di Carpi

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Scontro sulla rotatoria di strada Gherbella, due feriti e traffico a rilento

  • Ruba un telefono e lo nasconde nelle mutande, arrestato al GrandEmilia

Torna su
ModenaToday è in caricamento