Comizio e contromanifestazioni, Salvini: "Non ci saranno problemi di ordine pubblico"

Il leader leghista prepara il tour in Emilia-Romagna e il Viminale anticipa alcuni dati su forze dell'ordine e immigrati. Declinato l'invito di Muzzarelli in Municipio: "Lo faremo a Roma"

"Più rinforzi di sicurezza e meno immigrati", rivendica Matteo Salvini alla vigilia della sua visita a Modena nell'ambito del tour regionale (Fidenza-Reggio-Modena-Ferrara-Forli') in vista delle elezioni del 26 maggio. E aggiunge: "Vogliamo fare sempre di più e sempre meglio ma sono felice di metterci la faccia. E sono sicuro che non ci saranno problemi di ordine pubblico: le nostre Forze dell'ordine, che qualche politico insulta vergognosamente, sono all'altezza della situazione. E i cittadini di Modena non daranno spago ai provocatori che vogliono rovinare le manifestazioni altrui".

Complice una certa fretta visti i tanti appuntamenti, confermano gli staff, Salvini declina l'invito del sindaco Pd Gian Carlo Muzzarelli, l'ennesimo, a fare il punto a 360 gradi sulla sicurezza in città Cpr incluso."Grazie dell'invito, ma gli impegni del ministro non lo consentono. Programmeremo un incontro a Roma nelle prossime settimane", ha spiegato il vicepremier. Dunque, Salvini parlerà ufficialmente solo in piazza Matteotti per il comizio delle 14.30.

Sarà l'occasione per annunciare anche i dati che il Viminale ha confezionato ad hoc proprio per la visita modenese. Dal punto di vista di Roma, per Modena in piano di potenziamento 2018-2019 segna più 16 poliziotti nel periodo ottobre 2018-marzo 2019: "Nel progetto di riorganizzazione la questura di Modena - si legge nelle tabelle del ministero- passerà da un organico di 355 poliziotti a 387, quindi più 32 unità". Inoltre, risultano in forza 577 carabinieri e 259 finanzieri, oltre a 68 militari che operano nell'ambito del piano operazione Strade sicure. 

Venendo al capitolo migranti, tra centri di accoglienza straordinaria (Cas) e Siproimi il totale dell'accoglienza a Modena e provincia segna quota 2.002 nel 2017 (931 nel capoluogo), 1.780 nel 2018 (682) e 1.742 nel 2019 (670). Il solo conteggio dei Cas in provincia segna 1.827 ospiti nel 2017 (856 nel capoluogo), 1.611 nel 2018 (608), 1.579 nel 2019 (595). Il quadro riguarda il nuovo sistema Siproimi (ex Sprar), Modena segna 75 persone (175 in provincia) nel 2017, 74 (169) nel 2018 e 75 (163) nel 2018.

Domani a Modena si terranno vari presidi per protestare contro la visita di Salvini: Cgil e Anpi si radunano nella vicina piazza Mazzini, gli anarchici nell'area della Pomposa, il centro sociale Guernica al Novi Sad. Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, sotto il coordinamento del prefetto Maria Patrizia Paba, sta facendo il punto su tutto a partire dai rinforzi delle forze dell'ordine. Fari puntati – dopo i fatti del 25 aprile – su piazza Pomposa e sui gruppi anarchici, che tuttavia non dovrebbero ricevere un "rinforzo" da Lombardia e Piemonte come avvenuto la settimana scorsa. Resterà da capire come la Questura sceglierà di arginare l'eventuale protesta ad appena 200 metri di distanza dal comizio di Salvini, la cui stessa presenza impone di per sè elevati standard di sicurezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 luoghi in Appennino Modenese che non puoi non vedere

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Via Emilia, giovane accoltellato in pieno centro storico

  • Tragedia accanto allo scalo merci, muore schiacciato dalla propria auto

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

Torna su
ModenaToday è in caricamento