Terremoto nella Bassa Modenese, interrogazione di Manuela Ghizzoni (Pd)

Colpiti edifici nelle frazioni di Quarantoli e San Martino Spino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Il terremoto del 17 luglio scorso ha provocato danni anche nella bassa, in particolare nelle frazioni di San Martino Spino e Quarantoli. L’on. Manuela Ghizzoni chiede – in un’interrogazione alla presidenza del Consiglio – “come il governo intenda intervenire affinché possa essere ripristinata la piena sicurezza statica degli edifici colpiti dal sisma”.

Verifiche sono state eseguite sulla scuola elementare di Quarantoli, sulla scuola elementare e media di San Martino Spino e sul barchessone vecchio, sempre a San Martino. Quest’ultimo edificio, risalente al 1800, è quello che ha risentito maggiormente  del sisma, sopratutto al primo piano: le lesioni riguardano principalmente le travi di sostegno della copertura centrale. Rispetto agli edifici scolastici si registrano fessurazioni e danni al camino della centrale termica.

Lesioni sono state rilevate anche in sei edifici privati e nella chiesa parrocchiale di San Martino Spino. “Viste le condizioni in cui versano le casse dei Comuni – conclude l’on. Ghizzoni – sarebbe auspicabile un intervento del governo per le opere di ripristino e manutenzione”.

Torna su
ModenaToday è in caricamento