Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Giornalista curdo torturato racconta i crimini in Turchia: "Vogliono una sostituzione etnica"

 

Hikmet Aslan è un giornalista curdo di 47 anni che oggi vive in Italia e porta avanti la sua attività di informaizone e aiuto dei popoli, tra cui quello curdo, osteggiati in medio-oriente. "Ero nato con l'idea che il Governo Turco fosse in buona fede e che il PKK, cioè i guerriglieri curdi, fossero dei terroristi - spiega Hikmet - finché i soldati turchi non si presentarono a casa mia e mi obbligarono a schiaffeggiare mio padre e poi a far denudare i miei cugini nella neve lasciandoli lì a freddo per ore. Quello fu l'inizio di una presa di coscienza politica forte che mi portò ad avvicinarmi al PKK e a comprendere che il governo turco voleva omologare tutti i curdi all'essere turchi." Da quel momento Hikmet inizia il suo viaggio prima nelle montagne turche con i PKK, poi prigioniero degli iraniani e successivamente dei turchi, che lo torturano per 40 giorni, finché non decide di scappare in Italia attraversando il viaggio della speranza, che per molti però si trasforma in quello della morte.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento