Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Come vengono organizzati i percorsi dei pazienti al Pronto Soccorso

 

Dott. Geminiano Bandiera, Direttore Proto Soccorso, Osservazione Breve Intensiva e Medicina d’Urgenza, Ospedale Civile di Baggiovara: "Il Pronto Soccorso si è organizzato da subito cercando di distinguere i percorsi in base al triage avanzato tra pazienti sospetti o positivi al COVID19 e gli altri.  La Medicina d’Urgenza in un primo momento ha garantito una funzione di filtro dei pazienti con sintomatologia in attesa dell’esito del tampone.

Con l’aumento dei pazienti coinvolti, la Medicina d’Urgenza è assurta di fatto al ruolo di semi-intensiva garantendo il supporto ventilatorio ad un notevole numero di pazienti, ruolo che sta tuttora svolgendo. Sia i pazienti dimessi direttamente da Pronto Soccorso che quelli dimessi successivamente dalla Medicina d’Urgenza sono monitorati al domicilio dopo la dimissione.

Questo percorso di dimissione protetta è condiviso con tutti gli specialisti che stanno seguendo questa patologia. I pazienti dimessi vengono contattati dai nostri medici giornalmente per intercettare quelli che necessitano una rivalutazione. Meno del 10% dei pazienti dimessi con questa modalità dal Pronto Soccorso sono ad oggi rientrati, un dato incoraggiante soprattutto se lo integriamo con quello della Medicina d’Urgenza che vede una percentuale di rientro al PS dei dimessi pari a 0.

Desidero ringraziare anche io tutti i medici e il personale infermieristico. Inoltre, un grazie particolare meritano i nostri medici in formazione, che stanno lavorando moltissimo in condizioni difficili".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento