Itinerari Modenesi | Le 5 curiosità che non sapevi sulla Via Emilia

La via Emilia per chi vive in questa terra non è solo una storica via romana, ma ha un valore così intriseco che ha dato persino nome al popolo emiliano. Siamo davvero sicuri di conoscere tutto di questa via?

foto Panoramio

La via Emilia per chi vive in questa terra non è solo una storica via romana, ma ha un valore così intriseco che ha dato persino nome al popolo emiliano. Siamo davvero sicuri di conoscere tutto di questa via? Ecco le 5 curiosità che non sapevi della via Emilia:

PERCHE' VIA EMILIA? Iniziamo con la domanda più importante, ossia da dove deriva il nome Emilia, e precisamente arriva dal suo committente, il console Marco Emilio Lepido, che la fece costruire nel 189 a.C. , con lo scopo di unire quella che era la Gallia Cisalpina. 

L'INIZIO DELLA VIA EMILIA E' ANCORA VISIBILE. Il punto di partenza della via Emilia si trova a Rimini ed è esattamente presso un ponte romano che esiste ancora. Si tratta di una struttura massiccia presso il fiume Marecchia, che venne edificata dall'imperatore Augusto e completata da Tiberio, che riporta ancora le iscrizioni di dedicati ai commissionanti. Anche se la tradizione popolare vuole l'inizio presso l'Arco di Augusto sempre a Rimini. 

LA PRIMA VIA EMILIA.  Per trovare la pavimentazione romana della Via Emilia vi sono diversi punti in Emilia-Romagna, ma il più importante è presso il Foro di Claterna. Si trattava di una città romana posta tra le colonie di Bononia e Forum Cornelii, ossia rispettivamente le attuali Bologna ed Imola. 

PERCHE' FINO A PIACENZA? Il motivo è di tipo militare. Infatti presso l'antica città di Placentia, i Galli Boi seppur sconfitti dall'esercito romano non vollero firmare un trattato di pace con Roma. Per questo motivo i consoli romani fecero arrivare la strada oltra Parma così da consentire all'esercito di far arrivare velocemente al fronte soldati e carri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA VIA EMILIA ARRIVAVA FINO AD AOSTA. Oggi si considera la via Emilia fino a Milano, ma durante il periodo imperiale essa continuava fino ad Aosta, passando per Novara, Vercelli ed Ivrea. Non si sa se davvero il tratto Milano-Aosta si chiamasse ancora Via Emilia, ma da quanto riportato dallo storico Strabone, la demoninazione di questo percorso era ancora AEmilia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Detenzione irregolare di armi, denunciati 17 modenesi durante le verifiche della Polizia

Torna su
ModenaToday è in caricamento