Immigrazione, parte per Bologna l'autobus dei profughi pakistani

La Polizia di Stato ha regolato il trasferimento di una trentina di stranieri su un autobus di linea messo a disposizione dal Comune. Si tratta di immigrati pakistani che sosteranno nel capoluogo in attesa dello status di rifugiati

Nel pomeriggio di oggi sono partiti alla volta di Bologna una trentina di immigrati di nazionalità pakistana, il cui arrivo in città nelle scorse settimane aveva creato scompiglio e diversi dubbi di natura burocratica sulla loro gestione. Si tratta infatti di stranieri arrivati dopo un lungo viaggio via terra, che si erano aggiunti ad altri loro connazionali gi presenti sul territorio.

Dopo un lungo soggiorno fra le tribune del Novi Sad e la mensa di Porta Aperta, la Prefettura ha deciso di inviarli a Bologna nel grande centro di accoglienza per i profughi sbarcati negli ultimi mesi, pur decidendo di seguire per loro un percorso più tradizionale con il Sistema di Protezione per i Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR), che dovrà autorizzare o meno la loro richiesta di “protezione internazionale”.

Gli stranieri sono stati quindi accompagnati in Questura a Modena, dove si sono svolti gli adempimenti del caso, poi fatti salire su un autobus, messo a disposizione da Comune e Seta, alla volta del capoluogo regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

Torna su
ModenaToday è in caricamento