Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

A Castelvetro è andata in scena una truffa dell'autoricarica ai danni di una 57enne. A Savignano truffato invece un 25enne

Un altro episodio della cosiddetta "truffa dell'autoricarica" è andato in scena a Castelvetro di Modena nei giorni scorsi. Vittima dell'inganno una 57enne del posto, che aveva messo in vendita online un divano usato. All'annuncio aveva risposto un uomo che si era detto interessato all'acquisto e aveva chiesto di poter pagare con una ricarica della carta di Poste Italiane. Da buon affabulatore, il malvivente ha spiegato alla vittima una "soluzione innovativa" che avrebbe permesso di accreditare subito il pagamento attraverso lo sportello Postamat.

La donna è quindi stata guidata passo passo al telefono durante l'operazione e confusa a tal punto da essere portata a compiere un'operazione di versamento sul conto del truffatore. Invece di incassare 800 euro, quindi ne ha sborsati inconsapevolmente 3.000 dal proprio conto postale.

Quando si è accorta dell'accaduto il finto compratore si era già reso irreperibile e alla 57enne non è rimasto che denunciare il fatto ai Carabinieri. I militari della Stazione di Castelvetro hanno svolto le indagini e sono riusciti a risalire al titolare del conto su cui era finita la somma, identificato in un 48enne di origine Veneziana. L'uomo è stato denunciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'altra truffa online, ma con modalità decisamente più tradizionali, ha invece riguardato un 25enne di Savignano sul Panaro. Dopo aver pagato 200 euro per l'acquisto di una Playstation 4 attraverso un sito di annunci, non ha mai visto recapitare la console. Anche in questo caso i Carabinieri hanno individuato e denunciato l'inserzionista, un 32enne di origine napoletana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Fase 2, buone notizie per chi deve prendere la patente: c'è la data per la riapertura delle scuole guida

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento