Sassuolo, Adinolfi in difesa della famiglia tradizionale, Sel: "Vergognoso patrocinio del comune"

L'amministrazione di Sassuolo dà il patrocinio all'incontro di Mario Adinolfi con i cittadini sul tema della famiglia. Sel non ci sta e chiede spiegazioni, ricordando le idee medioevali della donna sostenute dal giornalista

Mario Adinolfi

Il giornalista e scrittore Mario Adinolfi ha organizzato a Sassuolo un incontro libero con i cittadini per parlare del valore della famiglia e di come il "pensiero unico" stia demolendo il concetto di padre e madre. La notizia non è piaciuta agli esponenti di SEL che ritengono: "Vergognoso il patrocinio del Comune ad Adinolfi" e auspicano che al più presto si sollevi un dibattito tra consiglieri per chiarire le varie posizioni degli eletti.

SEL: "ADINOLFI PENSA LA DONNA IN TERMINI MEDIOEVALI". SEL giustifica tale indignazione sostenendo che Adinolfi si è reso portavoce di una campagna altamente lesiva della dignità della donna sostenendo che: "La cui funzione  principale sarebbe quella di massaggiare i piedi al propri marito". Gli esponenti parlano di un pericoloso ritorno a concetti medioevali e la perdita delle conquiste sociali dell'umanesimo e del rinascimento.

"INCREDIBILE IL PATROCINIO SASSOLESE". Il partito di sinistra sostiene che non ha intenzione di privare la libertà di parola, anche se vuole che siano evitati discorsi discriminatori, ma: "Non è accettabile che l'amministrazione sassolese abbia deciso di patrocinare un'attività all'interno di un istituto paritario cattolico, con chiaro orientamento lesivo almeno per quanto riguarda la laicità delle istituzioni!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento