Curiosità Modenesi | Cinque cose che non sapevi su San Geminiano

Una storia, quella di San Geminiano, davvero curiosa e che se letta nei suoi aspetti più profondi, mostra un uomo che determinò la fede della sua epoca

La storia di San Geminiano non è forse nota a più, eppure è ricca di aneddoti interessanti e curiosità che raccontano di un uomo che determinò la fede del suo tempo e che avrebbe conquistato devoti a Modena, a Venezia e persino oltrAlpe.

Sotto San Marco a Venezia c'è un'antica chiesa di San Geminiano

Oltre a Modena e San Gimignano, un'altra città devota a questo Santo era Venezia. Eppure non ci sono chiese di San Geminiano nella città dei canali. In realtà questa frase è vera per metà, infatti non oggi, ma fino al 1807 un tale edificio esisteva e si collocava tra la Procura Vecchia e la Procura Nuova, in piazza San Marco. Si hanno testimonianze di questa chiesa grazie alle opere artistiche di Francesco Guardi e del Canaletto.

San Geminiano era un romano

Forse alcuni lo danno per scontato ma non tutti immaginano San Geminiano nella giusta epoca. Infatti è vero che il Duomo è stato edificato nel 1099 ovvero in pieno Medioevo, ma San Geminiano è vissuto molto tempo prima, ovvero tra il 312 al 397. All'epoca di Geminiano il cristianesimo era da poco diventato legale e questo rese ancora più complesso il suo ruolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Droga letale, un altro ragazzo muore per overdose in zona Sacca

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Un giro di spaccio dietro la "copertura" di un autolavaggio. Sequestrato anche un mitra da guerra

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento