rotate-mobile

Igor Novara-Liu Jo 3-2, piemontesi con un pizzico di cinismo in più

E' rematch; ancora una volta Novara-Modena : dopo la finale di Coppa Italia di domenica scorsa a Rimini si è rigiocata questo pomeriggio la sfida tra la prima e la seconda della classe, ancora una volta ha avuto la meglio la squadra più forte, però Modena oggi ha tenuto testa sino all'ultimo, cedendo solo al tie-break, per merito di un Novara un pizzico più cinico di Modena. Per Modena molto bene Folie, la più costante questa sera, Rosseaux è partita male, soprattutto in ricezione, ma nella seconda metà di partita è salita nettamente di livello, Piccinini discreta, e Fabris molto cercata. Crisanti entra nel terzo set e da una marcia in più a Modena. Per Novara Barun stratosferica, trascinatrice, è la mattatrice della serata e decisiva nel tie-break, di un altro pianeta. Molto bene anche Klineman, e Chirichella; la giovane azzurra molto bene in attacco, ma soprattutto a muro, a tratti però si spegne. Positiva anche la prestazione di Partenio. Tre a due Novara, e primo posto ormai solido per le piemontesi, visto il più sei su Modena; le ragazze di Pedullà attendono solo i play-off. In seguito ecco la cronaca della partita :

1° set 25-23 NOVARA

Primo set equilibrato, e degno del big match tra le prime due della classe. Novara sembra come domenica scorsa in Coppa aver una marcia in più  rispetto alle modenesi. Per Modena in campo Ferretti, che lascerà il posto a Rondon dal secondo set fino alla fine. La numero sei bianconera benissimo in difesa, e in attacco invece tende a cercare la soluzione della pipe, a lei gradita. In palla Fabris e Rosseaux, Piccinini non molto servita. Ingressi di Ikic e Maruotti. Per Novara benissimo Klineman, Barun, in stato di grazia e Chirichella positiva a muro, ma anche in fase offensiva. 

2° set 25-11 NOVARA

Set horribilis, da dimenticare, cosa che hanno prontamente fatto le bianconere, per poi riprendersi nella seconda parte di gara, e riportarla in corsa. Per Modena in totale confusione, cambio in regia : Rondon per Ferretti, ma  tutto va storto, e anche le cose più semplici sembrano essere le più complicate. Il parziale al  time out tecnico è sconcertante, 12-11 per Novara e modenesi allibite, è ovvio che si pensa a tentar di rimettere in sesto la gara dal terzo set, e così sarà. Turnover massiccio per far riordinare le idee, logico. Per Modena è complicato trovare un volto positivo. Per Novara invece le tre davanti fanno paura : Barun, Klineman e Chirichella stratosferiche, Modena soccombe.

3° set 19-25 LIU JO 

Dopo un'inizio alquanto difficoltoso il terzo set risulta essere il set della svolta, svolta forse avvenuta a partire dall'inserimento in campo di Crisanti, che ha cambiato in positivo la seconda parte dell'incontro, perso proprio sul più bello. Per le bianconere molto bene Folie, la più costante questa sera, benino in attacco Fabris, Piccinini discreta. Equilibrio fino al time out tecnico, equilibrio spezzato in favore di Modena verso la metà del set , Novara in calo, ma sempre in scia dell'avversario. Per le piemontesi bene Barun, Klineman in calo.

4° set 19-25 LIU JO

Si chiude con il medesimo risultato del terzo set anche il quarto, sempre per Modena, in crescita progressiva rispetto a un avvio difficile. Modena fa del cambio palla la sua arma vincente, bene la difesa e il muro, Rondon gestisce bene gli attacchi delle sue compagne. Nonostante tutti questi fattori positivi c'è del nervosismo, due espulsioni per proteste per Modena : una dalla panchina e l'altra per Fabris, due regali, che però non sono costati il set. Modena va, demerito per Novara, non più efficace come all'inizio. Per le piemontesi bene Partenio, Barun e Klineman in calo, ma alzeranno il livello nel decisivo tie-break.

Tie-break 15-13 NOVARA

Spettacolo fino alla fine ed equilibrio sino in fondo, equilibrio spezzato dal cinismo delle piemontesi, che risultano aver una marcia in più di Modena e portano a casa una meritata vittoria, fondamentale in chiave play-off. Equilibrio e tensione sono le costanti del tie-break; Per Modena benissimo Rousseaux, e molto bene Crisanti, Folie continua a macinare punti e ad essere costante nel suo operato. Per Barun la chiave del match è in Barun che fa grandi cose anche in momenti delicati come in un tie-break, stellare. Anche la Klineman è decisiva e mette a segno i punti decisivi dell'incontro.

Dopo una sconfitta bruciante a Novara Modena deve pensare alla prossima partita, e pensare positivo : un punto è stato portato a casa, e il secondo posto è ancora bianconero, però la distanza da Casalmaggiore è di una sola lunghezza, e bisogna far attenzione, evitando di perdere terreno, fattore che potrebbe essere decisivo in chiave play-off. Il secondo posto sarebbe importantissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Igor Novara-Liu Jo 3-2, piemontesi con un pizzico di cinismo in più

ModenaToday è in caricamento