Martedì, 19 Ottobre 2021
Annunci

Monopattini, a Modena debutta il servizio "Voi". Si ritira invece "Twiga"

Gli operatori attivi rimangono sei, per un totale di 1.060 mezzi. Campagna della Polizia locale per la sicurezza stradale

Entrano in circolazione in questi giorni a Modena i monopattini a propulsione prevalentemente elettrica della società Voi Technology Italia srl di Milano che offre il servizio con 200 mezzi, 24 ore su 24, solo agli utenti maggiorenni. Mentre dal primo ottobre ha dismesso il servizio l’operatore De Feo/Twiga

Rimangono quindi sei, per un totale di 1.060 mezzi in circolazione, gli operatori che attualmente offrono il servizio di sharing di monopattini elettrici, con autorizzazione fino a settembre 2024. Nelle scorse settimane, infatti, è stato attivato anche il servizio di noleggio di monopattini elettrici da parte di Bird e Link. Le altre società sono: Vento/Wind, Helbiz, Togo.

Tutti i riferimenti degli operatori sono consultabili sulla sezione dedicata del sito istituzionale (www.comune.modena.it/servizi/mobilita-e-trasporti/servizio-di-sharing-di-monopattini), da cui è possibile scaricare anche il Vademecum per il corretto utilizzo dei mezzi.

Nei giorni scorsi la Polizia locale ha attivato una nuova campagna di sicurezza stradale dedicata proprio all’uso corretto del monopattino e per rilevare i comportamenti sanzionati dal Codice della strada, che possono creare situazioni di rischio per i conducenti e per gli altri utenti della viabilità cittadina.

Tra i comportamenti che vengono ricordati c’è il divieto di usare il telefono cellulare durante la marcia in monopattino e l’obbligo a mantenere entrambe le mani sul manubrio del mezzo, a eccezione che si debba segnalare la manovra di svolta.

È vietato, inoltre, trainare o farsi trainare e non è consentito trasportare altre persone, cose o animali. Non si può procedere affiancati in più di due ed è comunque obbligatorio viaggiare su un’unica fila se le condizioni del traffico lo richiedono. Quando presente, è obbligatorio transitare sulla pista ciclabile, mentre è vietato il passaggio sui marciapiedi e sotto i portici, e il mezzo va portato a mano se esiste la possibilità di causare pericolo. Anche il parcheggio del mezzo è irregolare sui marciapiedi, così come in strada in posizioni che creano intralcio; si può invece parcheggiare negli stalli riservati ai velocipedi, nel caso in cui non sia espressamente vietato.

Per guidare il monopattino non è necessario possedere una patente ma bisogna avere almeno 14 anni e fino a 18 va usato il casco protettivo; non sono ammessi “passeggeri” e nelle aree pedonali si può viaggiare al massimo alla velocità di 6 chilometri orari, mentre in carreggiata, su strade urbane, si può arrivare fino a 25 chilometri orari. Su strade extraurbane è possibile circolare solo se è presente una pista ciclabile.

Nelle ore serali e notturne, ovvero mezz’ora dopo il tramonto, e in ogni situazione di scarsa visibilità anche di giorno, è obbligatorio indossare un giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità e utilizzare, durante la marcia, dispositivi di illuminazione del mezzo anteriori e posteriori.

Per ulteriori informazioni si possono contattare gli uffici anche via e-mail scrivendo all’indirizzo di posta elettronica mosicura@comune.modena.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monopattini, a Modena debutta il servizio "Voi". Si ritira invece "Twiga"

ModenaToday è in caricamento